Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Contrordine alla scuola. la Treves apre lunedì. Genitori infuriati

«Convocati per l’apertura e il giorno dopo per la chiusura». Il Comune: «Consegneremo edificio sismicamente sicuro» 

PORTO MANTOVANO. Genitori della scuola materna Treves convocati lunedì sera alle 19 per confermare l’apertura oggi della scuola dopo i lavori di adeguamento e miglioramento sismico dell’edificio. Una comunicazione ribaltata dopo poche ore, martedì 4 settembre quando alle stesse famiglie è stato comunicato che la materna aprirà invece lunedì. «Una cosa incredibile - denuncia un genitore -. Una disorganizzazione che ricade su di noi che ci eravamo già organizzati in base alla prima comunicazio ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

PORTO MANTOVANO. Genitori della scuola materna Treves convocati lunedì sera alle 19 per confermare l’apertura oggi della scuola dopo i lavori di adeguamento e miglioramento sismico dell’edificio. Una comunicazione ribaltata dopo poche ore, martedì 4 settembre quando alle stesse famiglie è stato comunicato che la materna aprirà invece lunedì. «Una cosa incredibile - denuncia un genitore -. Una disorganizzazione che ricade su di noi che ci eravamo già organizzati in base alla prima comunicazione. Cosa è cambiato in quelle poche ore fra la prima e la seconda comunicazione»?

L’amministrazione ha risposto con una nota stampa: «La scuola materna Treves aprirà lunedì per consentire di terminare gli allestimenti delle aule, in seguito ai lavori di messa in sicurezza sismica eseguiti per tutta estate e già completati. È stato comunicato ai genitori interessati che la scuola, che avrebbe dovuto aprire le porte il 5 settembre, riprenderà le attività lunedì 10».

L’amministrazione comunale conferma che ci sono stati due incontri con i familiari in cui erano state illustrate le opere.

«I lavori alla struttura sono terminati – viene evidenziato dall’amministrazione – sono rimasti solo alcuni dettagli da sistemare e vogliamo consegnare una scuola sicura, pulita e accogliente. Abbiamo deciso insieme alla scuola di prenderci qualche giorno in più, e anche aprendo lunedì siamo molto in anticipo rispetto al cronoprogramma previsto in fase di progettazione. La collaborazione di tutti, anche della ditta che ha lavorato nei weekend, ci ha portato ad un risultato importante, perché possiamo consegnare a famiglie, insegnanti e soprattutto bambini una scuola sismicamente a posto. L’operazione di messa in sicurezza sismica era una priorità».

Ma per i genitori la risposta non basta. «Ci sentiamo presi in giro - dice un padre -. Era già tutto pronto, con orari, mensa, turni. Noi ci siamo organizzati di conseguenza. Adesso chi ci paga la baby sitter?». —