Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Gestione del Parco Polemiche a Viadana

VIADANA È polemica maggioranza-opposizione sul futuro del Parco Oglio Sud. La questione è stata sollevata da un’interrogazione del consigliere Pd Adriano Saccani, cui replica l’assessore all’ambiente...

VIADANA

È polemica maggioranza-opposizione sul futuro del Parco Oglio Sud. La questione è stata sollevata da un’interrogazione del consigliere Pd Adriano Saccani, cui replica l’assessore all’ambiente Alessandro Cavallari: «Non è vero che non sono stati avviati progetti di valorizzazione del Parco: nonostante la crisi, l’ente ha realizzato numerosi interventi di riqualificazione ambientale su tutto il territorio, grazie a finanziamenti della Regione e della fondazione Cariplo. Interventi effe ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VIADANA

È polemica maggioranza-opposizione sul futuro del Parco Oglio Sud. La questione è stata sollevata da un’interrogazione del consigliere Pd Adriano Saccani, cui replica l’assessore all’ambiente Alessandro Cavallari: «Non è vero che non sono stati avviati progetti di valorizzazione del Parco: nonostante la crisi, l’ente ha realizzato numerosi interventi di riqualificazione ambientale su tutto il territorio, grazie a finanziamenti della Regione e della fondazione Cariplo. Interventi effettuati secondo le logiche del ripristino della connessione ecologica. A Viadana, con la partecipazione del privato, è stato realizzato un intervento di manutenzione e miglioramento ambientale su pioppeti». Cavallari ricorda, inoltre, le attività di educazione ambientale svolte dal Parco in sinergia con Comune ed Ecomuseo. «Saccani – puntualizza Cavallari – avrebbe peraltro potuto rivolgere i suoi interrogativi al membro del cda del Parco Salvatore Rosario Villirillo, da lui a suo tempo proposto e sostenuto; e che, nonostante il cambio di amministrazione, non ha accettato di dimettersi».

La scadenza del cda in carica, eletto nel 2012, è stata prorogata sino al giugno 2019, in attesa di una riorganizzazione del sistema parchi voluta da una recente legge regionale.

«Villirillo – replica Sacvcani– venne votato in blocco assieme ad altri tre nomi, e se è politicamente opportuno che si dimetta, allora si dovrebbero dimettere anche gli altri. Comunque lo spirito della mia interrogazione è di sollecitare un confronto, nell’auspicio che venga avviato un percorso condiviso e non calato dall’alto, per il bene del territorio». Saccani si impegna peraltro a chiedere al Comune una relazione dettagliata e per iscritto sugli interventi di miglioramento ambientale e strutturali effettuati negli ultimi quattro anni sul territorio mantovano del Parco: «Io credo zero». E coglie l’occasione per segnalare «il degrado in cui versa la ciclabile San Matteo-Torre d’Oglio»». —

R.N.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI