Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Allergie o intolleranze? «Attenti alle differenze»

«È necessario capire le differenze tra allergie e intolleranze, perché il 4-5% delle persone è intollerante o allergica, mentre negli ultimi anni registriamo che è in aumento la percezione sociale di...

«È necessario capire le differenze tra allergie e intolleranze, perché il 4-5% delle persone è intollerante o allergica, mentre negli ultimi anni registriamo che è in aumento la percezione sociale di tali fenomeni, di gran lunga superiore alla reale incidenza. Basti pensare che almeno il 30-35% della popolazione è convinta di soffrire di allergie o intolleranze e, di conseguenza, si priva di alimenti fondamentali».

Lo ha detto lunedì sera Marco Occari, medico pediatra del Carlo Poma, relator ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

«È necessario capire le differenze tra allergie e intolleranze, perché il 4-5% delle persone è intollerante o allergica, mentre negli ultimi anni registriamo che è in aumento la percezione sociale di tali fenomeni, di gran lunga superiore alla reale incidenza. Basti pensare che almeno il 30-35% della popolazione è convinta di soffrire di allergie o intolleranze e, di conseguenza, si priva di alimenti fondamentali».

Lo ha detto lunedì sera Marco Occari, medico pediatra del Carlo Poma, relatore all’evento organizzato da Coldiretti dal titolo “A cena con gli Agrichef: come affrontare le intolleranze con i prodotti del territorio”.

«Capita spesso che vi sia una discrepanza fra i risultati dei test allergologici e la dieta seguita. Talvolta alla positività del test non segue una dieta di esclusione dell’alimento individuato come responsabile di intolleranze o allergie o viceversa». In particolare glutine o lattosio – oggetto di un menù “free” realizzato dalle agrichef Lisa Valli (agriturismo Tre Ponti di Villimpenta) e Cristina Caramaschi (Il Grappolo di San Benedetto Po) – sono elementi spesso posti all’indice.

Uno show-cooking che ha esaltato i prodotti locali con ricette fantasiose. «Anche fra gli ospiti dell’agriturismo la richiesta di prodotti free è in aumento – afferma Lisa Valli –. In una sala di 30 persone almeno una ci chiede un menù senza lattosio e due senza glutine. Dati empirici, ma ai quali siamo chiamati a dare risposte». Anche lo stress gioca un suo ruolo: «Accade come per i fattori ambientali – spiega Occari – che incidono su un patrimonio genetico sempre più impoverito. Anche il microbioma intestinale si è allontanato dall’originalità e ha in parte compromesso le nostre capacità difensive». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI