Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Mettete gli ori in frigo» e i finti tecnici del gas derubano due pensionati

Ancora una truffa ai danni  di persone anziane. Vittime due coniugi di 85 anni.  I malviventi si sono intascati ori e denaro per circa 6mila euro

BAGNOLO SAN VITO. «Siamo del Comune, dobbiamo verificare eventuali perdite di gas. Ma prima mettete tutti i gioielli nel frigo, perché non subiscano alterazioni». In questo modo, ieri mattina verso mezzogiorno, due uomini (un terzo era in auto) si sono presentati a casa di una coppia di pensionati ottantacinquenni di San Nicolò Po. Persone anziane che vivono sole, anche se hanno i figli vicini. Ma i truffatori agiscono sempre in pieno giorno, quando i famigliari sono al lavoro.

Anche stavolta ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

BAGNOLO SAN VITO. «Siamo del Comune, dobbiamo verificare eventuali perdite di gas. Ma prima mettete tutti i gioielli nel frigo, perché non subiscano alterazioni». In questo modo, ieri mattina verso mezzogiorno, due uomini (un terzo era in auto) si sono presentati a casa di una coppia di pensionati ottantacinquenni di San Nicolò Po. Persone anziane che vivono sole, anche se hanno i figli vicini. Ma i truffatori agiscono sempre in pieno giorno, quando i famigliari sono al lavoro.

Anche stavolta - è una prassi ormai consolidata - hanno bussato alla porta e, vestiti con una sorta di divisa (sembra addirittura da vigile urbano), in due hanno spiegato alla coppia di pensionati di essere stati mandati dal Comune per controllare che in casa non ci fossero fughe di gas. Con parlantina fluida e finta gentilezza, i truffatori hanno convinto i due anziani che, per non rischiare di rovinare gli oggetti preziosi, ma anche il denaro, era meglio per loro mettere tutto in un sacchetto e infilarlo nel frigo che, chiuso ermeticamente, avrebbe conservato al meglio i preziosi. I due pensionati si sono fidati e, dopo aver racimolato tutto l’oro, circa cinquemila euro di valore, hanno messo nella busta pure il denaro contante che tenevano in casa, 6-700 euro ed hanno riposto il tutto in frigorifero.

Mentre uno dei tecnici fingeva una finta rilevazione del gas con strumenti che non erano altro che pezzi di plastica, il complice cercava di intrattenere i due anziani con domande, con raccomandazioni, con chiacchiere che hanno stordito i pensionati. I due anziani, quindi, hanno perso di vista un attimo il frigorifero, forse allontanati in un’altra stanza. E in quei momenti uno dei due complici ha aperto il congelatore e arraffato ori e denaro. Poi, una volta raggiunto l’obiettivo, i due ladri imbroglioni in fretta e furia hanno chiuso la conversazione, hanno raccolto i loro falsi attrezzi e salutato col sorriso.

Quindi sono saltati sull’auto (bianca? grigia? avrebbero detto le due vittime) guidata dal terzo complice e si sono allontanati senza essere visti da nessuno. I due anziani, poi, non trovando più nulla nel frigo, hanno chiamato il Comune per sapere se davvero avesse mandato del personale a fare controlli. Ricevuta risposta negativa, allora hanno allertato i carabinieri. —