Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sul tempo prolungato minoranze all’attacco: «I soldi vanno trovati»

VIADANA Il consiglio comunale è convocato, su richiesta delle minoranze, per le 19 di martedì prossimo. Un solo punto all’ordine del giorno: l’attivazione del servizio di tempo prolungato alla scuola...

VIADANA

Il consiglio comunale è convocato, su richiesta delle minoranze, per le 19 di martedì prossimo. Un solo punto all’ordine del giorno: l’attivazione del servizio di tempo prolungato alla scuola materna. I consiglieri di opposizione solleciteranno all’amministrazione un impegno economico, affinché il post-scuola (invocato da alcuni genitori lavoratori) non venga tagliato. «Questo inizio anno scolastico – afferma Nicola Federici (Pd) - indica una scarsa attenzione dell’amministrazione, p ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VIADANA

Il consiglio comunale è convocato, su richiesta delle minoranze, per le 19 di martedì prossimo. Un solo punto all’ordine del giorno: l’attivazione del servizio di tempo prolungato alla scuola materna. I consiglieri di opposizione solleciteranno all’amministrazione un impegno economico, affinché il post-scuola (invocato da alcuni genitori lavoratori) non venga tagliato. «Questo inizio anno scolastico – afferma Nicola Federici (Pd) - indica una scarsa attenzione dell’amministrazione, perché per alcune famiglie certi servizi scolastici sono vitali. Noi riteniamo assurdo nascondersi sempre dietro la scusa che non ci sono soldi, quando intanto si trovano le risorse per pagare le penali per l’estinzione anticipata di mutui».

Il riferimento è anche alla bocciatura della mozione sulla richiesta di fondi per le attività didattiche alle materne e al servizio di trasporto bimbi per Dosolo, a proposito del quale Federici invoca l’apertura di un dialogo coi Comuni vicini, «i quali però, a loro volta, non devono promettere qualcosa che non possono mantenere, magari per indebolire le scuole di Casaletto e San Matteo così da avocare a Dosolo la sede della dirigenza».

Sul problema interviene pure Alessandro Teveri (M5S): «Al contrario di quanto dice il sindaco Giovanni Cavatorta, non siamo in campagna elettorale permanente. Semplicemente, crediamo nostro compito di consiglieri comunali dar voce alle segnalazioni dei cittadini ed essere di sprone all’amministrazione comunale, in modo rispettoso e costruttivo». — R.N.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI