Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

L’assessore lombardo Gallera a Mantova: più medici di base e posti di riabilitazione

Assicurate nuove risorse regionali per l’Asst Carlo Poma. E il Mazzali presenta il braccialetto anti-botte agli anziani

MANTOVA. Braccialetti anti-maltrattamenti agli anziani: è il progetto all’avanguardia che la fondazione Monsignor Mazzali sta per mettere in campo per la sicurezza degli ospiti della Rsa di via Trento. A presentarlo  all’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera sono stati il presidente Talarico e il direttore generale Portioli. Capace di rilevare l’andamento del battito cardiaco, il braccialetto sarà collegato a un computer che in caso di alterazioni improvvise dovute a situazioni di pe ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MANTOVA. Braccialetti anti-maltrattamenti agli anziani: è il progetto all’avanguardia che la fondazione Monsignor Mazzali sta per mettere in campo per la sicurezza degli ospiti della Rsa di via Trento. A presentarlo  all’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera sono stati il presidente Talarico e il direttore generale Portioli. Capace di rilevare l’andamento del battito cardiaco, il braccialetto sarà collegato a un computer che in caso di alterazioni improvvise dovute a situazioni di pericolo azionerà una telecamera nella stanza e invierà un segnale d’allarme in guardiola.

La tappa al Mazzali ha chiuso il tour mantovano dell’assessore che, accompagnato dal consigliere Alessandra Cappellari e dalla parlamentare Annalisa Baroni, ha visitato l’ospedale di Castiglione delle Stiviere, Villa al Lago, il Carlo Poma e l’ambulatorio medico infermieristico volontario di Buscoldo.

«Questo è un territorio - ha commentato l’assessore - dove c’è capacità e voglia di fare rete e il Carlo Poma ha saputo interpretare in maniera esemplare la riforma del sistema sanitario lombardo». Ha quindi assicurato che «la Regione continuerà a supportare questa Asst con risorse importanti e nel reperimento di personale». L’assessore ha anche elogiato gli «ottimi risultati» ottenuti sul territorio dalla presa in carico dei pazienti cronici assicurando che «il nostro obiettivo è implementare i posti di riabilitazione e cure intermedie» e ricordando «che questa provincia è quella in cui c'è stata l’adesione più alta alla presa in carico da parte dei medici di medicina generale». Non sono mancati gli annunci: dal fatto che «stiamo lavorando perché i cittadini possano stampare i promemoria delle ricette direttamente nelle farmacie» ai medici di base che torneranno ad aumentare in Lombardia «grazie alle 150 borse di studio in più messe a disposizione dal governo».

In chiusura un passaggio sull’emergenza West Nile: «Siamo partiti per tempo con indicazioni precise ai Comuni per la prevenzione e i controlli. In autunno faremo delle riflessioni sulla necessità di sostenere alcuni Comuni nella attività di disinfestazione». Se ne riparla il prossimo anno. —

M.V.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI