Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Corsa ai fondi per la sicurezza In arrivo nuove telecamere

Il Comune ha partecipato a due bandi della Regione. Risorse per 40mila euro Venti occhi elettronici saranno installati nel centro del paese e in area industriale

Cavriana

Investimento di cinquantamila euro sul fronte della sicurezza. È quanto l’amministrazione comunale di Cavriana è intenzionata a investire su due sistemi di telecamere per controllare e presidiare il centro del paese, da piazzale Europa a piazza Mattioli, e alcune zone periferiche. «Abbiamo partecipato a due bandi della Regione - spiega il sindaco Giorgio Cauzzi - che consentiranno, in caso di accoglimento , di ottenere finanziamenti a fondo perduto pari a 40 mila euro. Il Comune, du ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Cavriana

Investimento di cinquantamila euro sul fronte della sicurezza. È quanto l’amministrazione comunale di Cavriana è intenzionata a investire su due sistemi di telecamere per controllare e presidiare il centro del paese, da piazzale Europa a piazza Mattioli, e alcune zone periferiche. «Abbiamo partecipato a due bandi della Regione - spiega il sindaco Giorgio Cauzzi - che consentiranno, in caso di accoglimento , di ottenere finanziamenti a fondo perduto pari a 40 mila euro. Il Comune, dunque, verrebbe a spendere poco meno di 10 mila euro per un sistema avanzato di nuove telecamere». I due bandi regionali riguardano un sistema di telecamere mobili e fisse.

«Il bando per le telecamere mobili è coperto con un finanziamento al 100% a fondo perduto - prosegue il sindaco - e ci consente di acquistare una telecamera che può essere montata sulle auto degli agenti della polizia locale, oltre a essere utilizzata dagli stessi vigili in numerose altre situazioni. È una telecamera che consente di schedare le targhe e di registrare immagini di contesto, materiale che poi sarà gestito dal nostro server interno con tutti i canoni di riservatezza che questo tipo di materiale prevede». Più dettagliato, invece, è il secondo bando.

In arrivo ci potranno essere venti nuove telecamere che consentiranno di sostituirne alcune ormai obsolete già presenti nel centro storico e, allo stesso tempo, di installarne di nuove in zona industriale e nel piazzale del cimitero. «Sono due luoghi del paese sui quali è necessario intervenire al più presto - spiega sempre Cauzzi - perché in zona industriale abbiamo spesso furti di chiusini dei tombini e di rame, oltre a violazioni di proprietà privata. Nel parcheggio del cimitero, invece, capitano furti nelle auto delle persone che entrano nel camposanto per fare visita ai loro cari».

Si tratta di telecamere di contesto e di una in grado di leggere le targhe. «Quest’ultima fornisce un file con tutte le targhe che vengono registrate. Allo stesso tempo il progetto - conclude Cauzzi - è pensato per riorganizzare anche la rete di trasmissione dei dati. Oltre ai cavi ci sarà il sistema wireless, un’innovazione che ci consentirà, in futuro, in caso di nuovi bandi e di prossimi investimenti, di avere già una rete attiva e all’avanguardia sulla quale appoggiarci».

Allo stesso tempo, per quanto riguarda la zona industriale alle porte del paese, le telecamere saranno posizionate in modo tale da tenere sotto controllo anche una nuova lottizzazione che in questo modo, quando sarà terminata, avrà già un sistema di controllo con questi mezzi. «Sul centro storico, invece, andremo a coprire da piazzale Europa fino a piazza Mattioli, comprese Villa Mirra e la centralissima via Porta Antica». —

LUCA CREMONESI

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI