Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Via ai lavori per il teatro. Il paese fa rivivere i fasti del passato

Serata ideata in occasione dell’inizio dei lavori di restauro 

ASOLA. «Ricordo con molto piacere, quasi come un sogno, il mio ultimo gala all’interno del Teatro Sociale di Asola. Avevo un bellissimo vestito nero, con la sottoveste, all’epoca ero diversa da come sono oggi ma ricordo l’emozione che si provava appena varcato l’ingresso». E’ questo uno dei racconti che più fa sognare, ricordare, rivivere quasi magicamente i momenti vissuti all’interno della struttura che per anni ha organizzato e accolto centinaia di persone provenienti da Asola e dai paesi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

ASOLA. «Ricordo con molto piacere, quasi come un sogno, il mio ultimo gala all’interno del Teatro Sociale di Asola. Avevo un bellissimo vestito nero, con la sottoveste, all’epoca ero diversa da come sono oggi ma ricordo l’emozione che si provava appena varcato l’ingresso». E’ questo uno dei racconti che più fa sognare, ricordare, rivivere quasi magicamente i momenti vissuti all’interno della struttura che per anni ha organizzato e accolto centinaia di persone provenienti da Asola e dai paesi limitrofi.

La piazzetta antistante la struttura del teatro ha vissuto nella serata di sabato un evento emozionante, un ricordo di una vera e propria fiaba. Organizzato in collaborazione tra l’amministrazione comunale e Civico 40, la serata è stata ideata in occasione dell’inizio dei lavori di restauro.

«Passioni, amori, tradimenti. Quante cose sono accadute all’interno di questi spazi. Questa serata vuole portare alla mente tramite un’espressione teatrale i momenti di vita vissuta, segnata nelle memorie di chi c’era - ha puntualizzato il sindaco Raffaele Favalli - mi piacerebbe che una volta finiti tutti i lavori inerenti la struttura, interni ed esterni, il Sociale diventasse luogo d’incontro per i giovani, quelli che al momento fanno più fatica a rimanere sul territorio. Un luogo anche per le associazioni, in cui si potrà stare assieme come questa sera». Il veglione, in particolare quello di San Giovanni Crisostomo, e l’indimenticabile Ercole D’Oro con Mike Bongiorno, Corrado, Alberto Lupo, Pippo Baudo, sono stati momenti che nella vita di una persona non si scordano facilmente, la leggerezza, la spensieratezza, l’eleganza. Divertente, poi, la rievocazione d’epoca. —


BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI