Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Altro anno da terremotati per più di 500 studenti

Sono gli alunni delle elementari di Pegognaga e Poggio e delle medie di Moglia. I Comuni: «A buon punto l’iter per recuperare o ricostruire gli edifici danneggiati»

Gli alunni delle elementari di Pegognaga e di Poggio Rusco e gli studenti delle scuole medie di Moglia dovranno trascorrere anche il prossimo anno scolastico nei moduli messi a disposizione dalla Regione subito dopo il terremoto del 2012. Tutte e tre le amministrazioni comunali, tuttavia, stanno compiendo l’iter burocratico per costruire ex novo o recuperare i plessi scolastici danneggiati dal sisma.

A Pegognaga sono circa 250 gli alunni che siederanno sui banchi delle elementari. Il modulo d ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Gli alunni delle elementari di Pegognaga e di Poggio Rusco e gli studenti delle scuole medie di Moglia dovranno trascorrere anche il prossimo anno scolastico nei moduli messi a disposizione dalla Regione subito dopo il terremoto del 2012. Tutte e tre le amministrazioni comunali, tuttavia, stanno compiendo l’iter burocratico per costruire ex novo o recuperare i plessi scolastici danneggiati dal sisma.

A Pegognaga sono circa 250 gli alunni che siederanno sui banchi delle elementari. Il modulo di 2.200 metri quadrati in questi sei anni è stato oggetto di varie opere di manutenzione: in particolare sono stati eseguiti interventi sulla copertura a causa di infiltrazioni d’acqua.

A questo proposito, la capogruppo di “Insieme per un cambiamento”, il primo settembre scorso, ha presentato un’interpellanza a seguito delle numerose spese sugli interventi alla copertura. «Soltanto negli ultimi due anni - ha spiegato Nizzola - per l’isolamento e la riparazione del tetto il Comune ha speso quasi 15mila euro, di cui 11.840 euro soltanto nel 2017. Quest’anno sono stati previsti 31.327 euro, tratti dall’avanzo, da utilizzare quasi interamente per il rifacimento del tetto. Quali sono le cause primarie che hanno comportato la ripetuta criticità, visto che, nonostante il costoso intervento dell’anno scorso, si è reso necessario provvedere quest’anno con un ulteriore intervento più massivo e risolutivo? Perché solo ora, dopo tanto tempo, si è deciso in tal senso?».

L’assessore ai lavori pubblici Stefano Cagliari ha risposto che le manutenzioni sono sempre state fatte e che il recupero degli edifici scolastici De Amicis e Vittorino Da Feltre è imminente.

Prima campanella nei moduli anche per i 129 studenti delle medie di Moglia, ma l’assessore alla pubblica istruzione Greta Bertolini assicura che il progetto esecutivo redatto dalla Eutecne di Vaglio Basilicata è già stato approvato e che presto sarà indetta la gara d’appalto con successivo inizio lavori per costruire la nuova scuola nello spazio di quella demolita.

Sono invece centosessanta gli alunni che inizieranno l’anno scolastico nel modulo della scuola primaria di Poggio Rusco.

Il sindaco Fabio Zacchi, con l’assessore alla pubblica istruzione Rosaria Angela Previsi, questa mattina daranno il benvenuto agli alunni di elementari e medie, mentre domani saluteranno gli studenti dell’istituto alberghiero.

«L’ex scuola primaria De Amicis dopo i lavori di recupero - ha detto l’assessore Previdi - diverrà sede della scuola alberghiera ora ospitata in una struttura del Comune, un plesso poco adatto, anche perché le iscrizioni sono in crescita». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI