Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

I prof della Bigattera per il distacco: «Aggregateci a una scuola di città»

Chiedono che la scuola dove insegnano, la succursale in città dell’Istituto tecnico agrario Strozzi di Palidano, venga separata dalla sede centrale e aggregata ad un istituto di città

MANTOVA. Chiedono che la scuola dove insegnano, la succursale in città dell’Istituto tecnico agrario Strozzi di Palidano, venga separata dalla sede centrale e aggregata ad un istituto di città. A firmare il documento, che è rivolto a tutti i componenti del tavolo del dimensionamento convocato dal consigliere provinciale delegato all’istruzione, Francesca Zaltieri, sono 21 docenti di ruolo della succursale della Bigattera, a Dosso del Corso.

Il tavolo, che si riunirà domani, sta effettivamente ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MANTOVA. Chiedono che la scuola dove insegnano, la succursale in città dell’Istituto tecnico agrario Strozzi di Palidano, venga separata dalla sede centrale e aggregata ad un istituto di città. A firmare il documento, che è rivolto a tutti i componenti del tavolo del dimensionamento convocato dal consigliere provinciale delegato all’istruzione, Francesca Zaltieri, sono 21 docenti di ruolo della succursale della Bigattera, a Dosso del Corso.

Il tavolo, che si riunirà domani, sta effettivamente valutando il caso Strozzi. L’agrario, con i suoi 700 studenti circa, ha tre sedi : Palidano, Bigattera e San Benedetto Po (professionale). Il problema è che si trovano in ambiti (le aree amministrative con cui è stata ridisegnata la geografia scolastica nazionale) diversi. Una distribuzione non consentita dalla normativa, per la verità, ma lo Strozzi ha goduto in questi anni di deroghe.

Cosa dicono i docenti? Che «le vicende recenti dell’istituto conoscono una costante e sempre più preoccupante erosione dell’utenza, situazione che pone interrogativi sul mantenimento dell’autonomia dell’istituto. Tra le ragioni di questo declino potrebbe esservi la localizzazione delle sue sedi». I docenti hanno anche preoccupazioni riguardanti la loro posizione. Le deroghe alla norma sugli “ambiti” (che prevede la mobilità dei docenti solo all’interno dello stesso ambito e che si affianca all’istituzione delle graduatorie uniche di istituto) ha avuto «effetti deleteri sulla stabilità del lavoro nelle sedi, sulla continuità didattica, sulla garanzia dell’offerta formativa. L’incertezza sul futuro dell’istituto ha fortemente nuociuto alla sede di Mantova, in termini di risorse umane perdute sia di impoverimento dell’offerta formativa». Secondo i professori firmatari meglio sarebbe aggregare la Bigattera a qualche istituto di città. La contropartita sarebbe però la perdita dell’autonomia per tutto lo Strozzi, che senza la Bigattera non avrebbe un numero di studenti sufficienti. «Il tavolo sta valutando la situazione - si limita a dire la Zaltieri - e nell’ambito di tale valutazione prendiamo in considerazione tutti i punti di vista». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI