Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Palazzi scrive al ministro: «Via Domus e automobili»

Il sindaco chiede la collaborazione di Bonisoli per ripensare piazza Sordello. E anticipa: «Vogliamo riqualificare l’ingresso del Museo Archeologico»

«Inadeguata alla qualità della piazza», che equivale a dire «come presentarsi in tuta a un matrimonio». Inadeguata è la Domus per il sindaco Mattia Palazzi che, come concordato, ieri ha inviato una lettera ufficiale al ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Alberto Bonisoli. Due facciate e mezzo che inquadrano il ripensamento della passeggiata archeologica – «decisa dall’amministrazione comunale nell’anno 2014 e autorizzata da tutti gli enti competenti» annota Palazzi – nel perimetro ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

«Inadeguata alla qualità della piazza», che equivale a dire «come presentarsi in tuta a un matrimonio». Inadeguata è la Domus per il sindaco Mattia Palazzi che, come concordato, ieri ha inviato una lettera ufficiale al ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Alberto Bonisoli. Due facciate e mezzo che inquadrano il ripensamento della passeggiata archeologica – «decisa dall’amministrazione comunale nell’anno 2014 e autorizzata da tutti gli enti competenti» annota Palazzi – nel perimetro di una riqualificazione più larga, di tutta piazza Sordello, che promette di liberare anche l’ingresso di piazza Castello e del museo archeologico dall’assedio delle auto.

Piazza dove, non più tardi di cinque giorni fa, lo stesso Bonisoli si era sbottonato con i cronisti, tirando fuori dal cilindro del proprio sconforto l’immagine dell’invitato in tuta. Da cittadino, però, ché da ministro si è mostrato rispettoso delle decisioni dell’amministrazione Sodano. Aprendo all’opportunità di un intervento complessivo, da pensare in collaborazione con il suo ministero.

Ed eccola, quindi, la proposta del Comune: «Sono pertanto a chiederle di poterci confrontare per valutare un nuovo pensiero relativo a possibili nuove e diverse scelte di valorizzazione del ritrovamento archeologico conservato nella Domus – scrive Palazzi – Tale confronto potrebbe essere inserito nel ragionamento complessivo che stiamo avviando e che prevede altresì la valorizzazione esterna della reggia di Palazzo Ducale, ed in particolare dell’ingresso di piazza Castello e del Museo Archeologico».

Più in dettaglio, anticipa il sindaco, «intendiamo infatti togliere i posti auto sul lato di Palazzo Ducale, ma vorremmo con lei e con il direttore Assmann definire come caratterizzare l’ingresso alla piazza anche con arredo urbano nonché, auspichiamo, il restauro della facciata medesima». Disegno, quello immaginato per il Ducale, che s’inserisce anche nel «piano luce delle piazze del centro storico, con l’obiettivo di valorizzare edifici e monumenti presenti nelle stesse».

Infine, un appello garbato che fa leva sul carattere e la dimensione dell’intervento, da realizzarsi anche insieme alla Sovrintendenza: «Crediamo che un impegno congiunto su piazza Sordello, potrebbe rappresentare un modello di intervento nazionale sulle qualità e l’attrattività delle piazze nelle città d’arte».

Così l’ultima parte della lettera, che ha per oggetto “Richiesta di collaborazione alla stesura del Piano strategico per la valorizzazione del centro storico di Mantova - sistema piazze e spazi verdi, focus Piazza Sordello”. Lettera che Palazzi apre mettendo in fila gli investimenti avviati dal 2015 per riqualificare il patrimonio storico e artistico della città, con il sostegno di Governo e Regione: dal ripensamento di Palazzo Te, al riavvio del maxi-cantiere del Podestà fino all’apertura della Torre della Gabbia, e alla rinascita del Palazzo della Ragione nel segno di Chagall. Per una spesa totale di oltre 17 milioni. Un impegno coronato dal titolo di Capitale italiana della Cultura, scandito dai grandi concerti internazionali in piazza Sordello e confortato dai numeri del turismo. Peccato per quella tuta a guastare il matrimonio della città con la bellezza. —

IG.CIP

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI