Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Vanno a rubare con i documenti in tasca: presi

Tre ragazzi hanno scoperto due ladri che, armati di arnesi da scasso, hanno forzato la porta del bar con l’intento evidente di rubare. Ma sono riusciti a prenderne uno sul fatto 

VILLIMPENTA. Hanno scoperto due ladri che, armati di arnesi da scasso, hanno forzato la porta del bar con l’intento evidente di rubare. Ma sono riusciti a prenderne uno sul fatto ed il secondo mentre tentava di fuggire, consegnandoli alle forze dell’ordine.

L’impresa è riuscita ai tre ragazzi che si occupano del bar parco giochi di Villimpenta, locale che resta aperto sino a tardi la sera. Ieri alle 4 del mattino, dopo avere fatto le ore piccole, Mattia Cremoni ed Alin Cretu si sono messi a f ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VILLIMPENTA. Hanno scoperto due ladri che, armati di arnesi da scasso, hanno forzato la porta del bar con l’intento evidente di rubare. Ma sono riusciti a prenderne uno sul fatto ed il secondo mentre tentava di fuggire, consegnandoli alle forze dell’ordine.

L’impresa è riuscita ai tre ragazzi che si occupano del bar parco giochi di Villimpenta, locale che resta aperto sino a tardi la sera. Ieri alle 4 del mattino, dopo avere fatto le ore piccole, Mattia Cremoni ed Alin Cretu si sono messi a fare le pulizie del locale. «Io sono andato via verso le sei - dice Mattia - mentre Alin si è fermato un attimo». I cancelli erano chiusi ma, di fronte, Mattia ha visto due persone in attesa. «A un certo punto ho visto che si mascheravano e poi scavalcavano il cancello». Mattia chiama Alin per avvertirlo. I due nel frattempo forzano la porta d’accesso al bar.

«Alin è uscito d’improvviso cogliendoli di sorpresa, io ero lì e siamo riusciti a prenderne uno, mentre l’altro è scappato». Il ragazzo, si scoprirà dopo di vent’anni che abita a Badia Polesine, nel Rodigino, è sorpreso dalla pronta reazione. Nel frattempo vengono chiamati i carabinieri, che arrivano sul posto, ed il terzo socio, Nikol Babic, che arriva in bici. «Ha visto l’altro ladro in bicicletta sull’argine del fiume. Gli ha urlato di fermarsi e quello è scappato, ma Nikol è riuscito a raggiungerlo in un bosco - prosegue il ragazzo - scoprendo che era un ragazzo 20enne qui di Villimpenta». I due sono stati consegnati ai carabinieri che li hanno identificati. «Ma erano ladri così sprovveduti che giravano con i documenti in tasca» dice sorridendo Mattia. —

 BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.