Menu

Vai alla pagina su Mantova calcio

Il Mantova calcio presenta Valigi
E' giusta la scelta della società?  SONDAGGIO

Il Mantova ha esonerato Graziani. La squadra è stata affidata a Claudio Valigi, ex della Sambonifacese. In passato ha allenato la Primavera del Mantova. Il neoallenatore è stato presentato alla stampa.

Il Mantova ha voltato pagina. Alle 14 nella sede di viale Te è iniziata l'era di mister Claudio Valigi. Il presidente Bruno Bompieri, il vice direttore generale Sergio Fincatti e il direttore sportivo Stefano Bonometti hanno presentato l'allenatore che sostituisce Archimede Graziani, esonerato ieri.

"Una scelta per dare una svolta - spiega Bompieri - gli esoneri non sono mai belli. Specialmente in questo caso, visto che a Graziani sono legato da una forte amicizia. Ma il tecnico non paga la mancanza di risultati, bensì il contorno. Sono convinto che con le sue esternazioni volesse fare il mio bene, per difendermi, in realtà ha ottenuto il risultato opposto. Ora ripartiamo con Valigi sperando di poter aprire un ciclo, perché noi vogliamo il bene del Mantova".

Il momento però è delicato, perciò Bompieri pur ribadendo che "la nostra è una buona squadra" chiede "pazienza. Facciamo lavorare il nuovo mister. Lasciamogli il tempo di valutare tutto e se a gennaio servirà intervenire con un paio di innesti e due-tre cessioni noi lo faremo. Ma decideranno allenatore e ds".

Sulla scelta di Valigi Bompieri è sintetico. "Abbiamo scelto due persone importanti per il Mantova (il riferimento è anche a Benevelli, ndr). Io avevo già deciso di cambiare e loro mi sono sembrati i migliori. Non conoscevo Valigi personalmente ma avevo delle ottime referenze e la prima impressione è stata ottima. Ho chiamato anche Castagnaro, in quanto presidente dello United e mi ha detto che sono due bravissime persone".

Il neo tecnico dal canto suo è entusiasta. "Solo la chiamata del presidente e della società sono state una grande emozione - ammette -. Per tanti motivi. Perché vivo a Mantova, perché sono cresciuto come allenatore in questa società, che ringrazio. Qui ho raggiunto i miei obiettivi e ora scavalco dal laterale Te al centrale Te. E' un'opportunità che vorrebbero molti miei colleghi. Per me significa qualcosa in più". Su come imposterà la squadra non si sbilancia. "Devo valutare. Conosco molti giocatori e ho visto alcune partite, ma serve capire bene la situazione dall'interno. Occorre un po' di tempo. La cosa più importante ora è badare al sodo e riportare il sorriso. Un paio di risultati utili saranno fondamentali. La squadra ha bisogno di ritrovare autostima. Alla classifica penseremo solo più avanti. Bisogna lavorare e lavorare. Io porto conoscenza dell'ambiente, della città e del pubblico e spero si possa aprire un ciclo".

Il primo passo sarà "valutare gli stimoli e capire che forze ci sono a disposizione, servirà una verifica con lo staff medico e il ds Bonometti visto che ci sono difficoltà in difesa e a centrocampo. Dopodiché le maglie dall'uno all'undici andranno a chi è nelle condizioni fisiche e mentali migliori". In un secondo momento Valigi ragionerà "sui concetti tattici nuovi da insegnare e sul cercare di proporre gioco".

"Nei limiti che concede la categoria - sorride al suo fianco Mirko Benevelli - In C2 la gran parte delle squadre pensa a distruggere e rilanciare con le palle lunghe. Noi siamo orgogliosi della chiamata del presidente e Valigi cercherà di riportare a un livello più che sufficiente i colori biancorossi. Quel che mi auguro è di trovare nei giocatori la fame e la voglia che ha il mister, perché sono loro i protagonisti principali. E la base per seguire l'allenatore sulla strada in cui li vuole condurre è la professionalità e il non cercare alibi. Mantova è una piazza non facile ma che ti dà tantissimo".

La rivoluzione nello staff tecnico non è finita. E' stato sostituito infatti anche il preparatore atletico Lanfranco Virgili. Al suo posto è stato promosso Elia Berti. "E' giovane e conosce a fondo il lavoro fatto sinora - illustra la scelta il ds Bonometti -. La squadra ha denotato carenze a livello fisico e ci sono stati troppi infortuni. Elia è preparato, intelligente e giovane. Ha voglia, entusiasmo e spirito, darà una grande mano al mister". Quasi azzerato lo staff tecnico - resta il solo Alessandro Vitrani ad allenare i portieri - il Mantova prova a rimettersi in carreggiata.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro