Quotidiani locali

Il miracolo Boca Juniors non finisce di stupire

Viaggio nelle giovanili/39. Strutture di livello per la società del Destra Secchia Il responsabile del vivaio La Fata: «Grazie alle istituzioni e ai collaboratori»

CARBONARA PO. Geograficamente schiacciato tra Poggio Rusco, Ostiglia e Sermide, il settore giovanile del Boca Juniors deve far tutto da sé. Tra vivai sono comuni le collaborazioni, ma a Carbonara e Borgofranco hanno imparato a far tutto da soli. «L’intendimento sarebbe sempre quello di mantenere tutte le categorie – commenta il responsabile del settore giovanile del Boca Maurizio La Fata –, siamo rammaricati di non essere riusciti ad allestire in questa stagione Allievi e Giovanissimi. Non è facile per noi trattenere i ragazzi, spesso le società limitrofe fanno di tutto per attrarre i nostri giovani. Per mettere assieme una squadra servono miracoli». L’audacia si trasforma in strutture, così il Boca oggi può disporre di due pullmini e di due campi d’allenamento, il parrocchiale di Carbonara ed il terreno di Borgofranco. «Un grazie sentito alle amministrazioni comunali e alle Pro loco, a Lauro Aldrighi, Emanuele Bassi e Andrea Guicciardi». Matteo Bursi

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Gazzetta di Mantova
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana