Quotidiani locali

Prima, dopo il ko la Don Bosco ritrova Favalli

MARCARIA. Ammettere gli errori e rimboccarsi le maniche. In casa Don Bosco non ci si nasconde dietro a un dito: il direttore sportivo Aldo Malagola, prima di iniziare ogni considerazione sulle...

MARCARIA. Ammettere gli errori e rimboccarsi le maniche. In casa Don Bosco non ci si nasconde dietro a un dito: il direttore sportivo Aldo Malagola, prima di iniziare ogni considerazione sulle prossime domenica, mette la squadra davanti alle proprie responsabilità dopo la sconfitta casalinga per 2-1 contro il Psg. «Il risultato è giusto - afferma - abbiamo giocato male. Sembrava che non avessimo più benzina. Certamente abbiamo pagato le quattro assenze pesanti che hanno condizionato la formazione titolare, perché praticamente ci mancava l’attacco e tutta la difesa tranne uno. Era una partita nata male ed è finita allo stesso modo, con una sconfitta meritata».

La squadra di Renato Re ora deve rialzare la testa, domenica la trasferta a Pomponesco si preannuncia tutt’altro che facile: «Noi andiamo là per vincere - conclude il ds - anche se col Psg abbiamo giocato malissimo senza i due buchi in difesa avremmo pareggiato, quindi tutto sommato c’è ancora la speranza di portare a casa un risultato positivo. La squadra del Pomponesco è quasi tutta quella dell’anno scorso, hanno cambiato un paio di giocatori, e in più li abbiamo incontrati in Coppa, c’è stato modo di conoscerli. Per adesso stanno andando bene, però il campionato è lungo. Non fasciamoci la testa prima di essercela rotta». Squadra al completo, compreso Favalli che rientrerà dopo un affaticamento.

Leonardo Piva

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista