Quotidiani locali

Viadana, Savi ritorna in pista E’ il vice presidente giallonero

Rugby Eccellenza. Il capitano dello scudetto: «Regan Sue il tecnico giusto per crescere con i giovani Lavorerò per migliorare l’atmosfera attorno alla squadra». Il patron è un altro ex, Davide Tizzi

VIADANA. Il Viadana riparte da Mario Savi. Il capitano dell’unico scudetto giallonero è il vice presidente dell’Associazione Rugby Viadana 1970 che ieri sera si è presentata ai soci in una cena-assemblea aperta in Club house. Presidente è un altro ex giocatore, Davide Tizzi, papà del centro Giorgio mentre gli altri due componenti del consiglio di amministrazione della nuova società sono Fausto Parmigiani e un altro ex giocatore, Ennio Bini. Una serata affollata quella di ieri, con un centinaio di persone, che fa ben sperare per il futuro del rugby a Viadana.

«Cercherò di dare una mano soprattutto per quello che so - afferma Savi poco prima di andare a tavola -. Vale a dire nella gestione della squadra. L’idea principale è quella di migliorare l’atmosfera che c’è attorno alla squadra stessa. C’è tanto da fare: posso garantire che quello che posso dare lo darò mentre quello che non so cercherò di impararlo». Parole sibilline che fanno pensare alla difficile situazione degli ultimi mesi della stagione scorsa: «No, non voglio guardare indietro - risponde Savi -. Guardiamo avanti verso il futuro: non conviene guardare indietro perché si perde di vista l’obiettivo». E allora eccolo il futuro: «L’obiettivo è allestire una buona squadra puntando ancora di più sui giovani per mirare ancora ai primi quattro posti. Anche il settore giovanile sarà ancor più potenziato». Logica la scelta di Regan Sue quale tecnico: «E’ l’allenatore ideale per far crescere un gruppo molto giovane, così come è giusto che accanto a lui resti Craig Sinclair». Quanto alla squadra, Savi benedice il ritorno di Roberto Santamaria «un leader naturale che l’anno scorso è mancato molto» mentre critica Bronzini partito per Rovigo: «Lo avrei capito di più se fosse andato all’estero - spiega - come forse farà Cenedese che potrebbe andare a giocare in Galles» conclude Savi che spera di riportare al suo fianco altri due ex scudettati del 2002: Cristian Bezzi e Simone Zanchi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro