Quotidiani locali

Il Porto sfiora l’impresa Il Curtatone non decolla

I biancazzurri strappano il pari alla capolista, che recrimina per 2 reti annullate Il bis di Passarino non rallenta il team di Bedin, in gol con Bianchi e Andreato

PORTO MANTOVANO. Partita intensa, ricca di emozioni, quasi troppe data la situazione in cui versava e ha versato il campo di Cà Rossa per tutta la durata del match più importante della quinta di ritorno fra il Porto di mister Bedin e la capolista Curtatone. La pioggia sempre più copiosa non ha aiutato, ma poco importa ai biancazzurri, poiché quando una prima della classe come il Curtatone e una squadra d’alta classifica come il Porto danno l’anima per portare a casa i tre punti, non c’è temporale o maltempo che tenga.

Pronti, partenza e via con la prima occasione da gol creata dagli ospiti grazie a Boselli che di testa al 9’ chiama Sposito che risponde presente con una grande parata. Il Porto al 15’colpisce il palo di testa con Chiozzi a Portesi battuto consentendo al primo tempo di sbloccarsi definitivamente; il Curtatone passa grazie uno splendido tiro a giro sul secondo palo di Passarino, che al 16’ batte Sposito in seguito a una manovra maturata da calcio d’angolo. 0-1.

Non è il momento di cedere e i ragazzi di mister Lorenzo Bedin lo sanno bene, visto che appena due minuti più tardi è Bianchi, reinventato esterno d’attacco nel 4-2-3-1 del tecnico biancazzurro, a raccogliere il pallone da fuori area e battere l’esperto Portesi con un precisissimo sinistro sul primo palo. 1-1. La seconda frazione regala altrettanti colpi di scena, ma è il Curtatone a prendere in mano la situazione e schiacciare gli avversari oltre la metà campo per più di trenta minuti. I ragazzi di Tenedini approfittano del comprensibile calo fisico del Porto per creare azioni su azioni, che portano a due reti annullate dal direttore di gara tra le accese proteste dei rossoblù. Passarino è in giornata e al 19’ sfonda da destra crossando teso in mezzo, Sposito respinge corto per poi salvare la porta su tap-in di Saponaro. Il 4-3-3 degli ospiti sembra non concedere spazi, ma l’onnipresente N’Diaye al 34’ spizzica il pallone in area sul lancio di Tomassetti e Andreato calcia al volo battendo il portiere. Il 2-1 non è un risultato accettabile per una squadra come la Nac e gli ultimi sforzi consentono a Passarino di pareggiare il match al 40’, in seguito a un’azione confusa all’interno dell’area piccola. Per come si era messa la partita il 2-2 non rallenta troppo la corsa del Curtatone capolista, che viene agganciato dal Casalromano; nel Porto c’è la consapevolezza di aver sfiorato l’impresa di battere un avversario sulla carta più forte. Per Bedin la stessa situazione si riproporrà in trasferta contro il temibile Casalromano, la Nac ospiterà il Pieve.

Nicola Bondavalli

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista