Quotidiani locali

basket A2

La Dinamica in passerella tra l’ottimismo

Il neo capitano Gergati: «Prendiamoci la rivincita sulla stagione scorsa». Mercato: idea Fitzgerald

MANTOVA. Come ogni anno, anche ieri sera la presentazione degli Stings in centro a Mantova ha avuto un sapore davvero speciale. Sarà per l'atmosfera raccolta di piazza Marconi, con il discreto via vai dei passanti, e il mormorio proveniente dai tavoli dei bar, colmi all'ora dell'aperitivo. Sarà perché a inizio settembre la città dà il suo meglio proprio sul far del crepuscolo. Sarà perché l'entusiasmo che si respira all'inizio di un'avventura, come quella che i ragazzi di coach Alberto Martelossi hanno appena intrapreso, rende sempre il clima particolarmente frizzante. Sarà per i sorrisi che dominavano sui volti di tutti i presenti: non solo tra il pubblico accorso a salutare la squadra (non numerosissimo, data l'ora poco favorevole, ma sicuramente caloroso), ma anche e soprattutto sui volti di giocatori, staff e dirigenti.

PIccoli tifosi
PIccoli tifosi

Sì, perché la stagione della Dinamica è iniziata nel modo migliore, tra ottimismo, misurata allegria, consapevolezza dei propri mezzi e desiderio di mettersi alla prova. E le possibilità di ben figurare questa squadra le ha. Magari non potrà accontentare la volontà del vice-presidente Adriano Negri che, tra il serio e il faceto (ma più sul serio che sul faceto, per chi conosce la sua schiettezza) ha dichiarato dal palco di non voler perdere neppure una partita. Però sicuramente partirà con grandi ambizioni.

Lo staff della società (foto Pnt)
Lo staff della società (foto Pnt)

Come ha sottolineato il veterano Lollo Gergati, nominato ieri in via ufficiale capitano: «Sono contento di giocare ancora qui. Credo che la squadra sia stata costruita per esprimere energia e consistenza. Vorrei prendermi la rivincita per come è finita la passata stagione. Sento che abbiamo lasciato qualcosa in sospeso e che dobbiamo concludere». Gli fa eco l'altro confermato, Ale Amici, applaudito dall'immancabile gruppetto in rappresentanza dei "Sota chi toca": «L'anno scorso abbiamo iniziato un percorso sui giusti binari. Quest'anno dobbiamo continuarlo e fare ancora meglio».

Chi mancava ieri, ovviamente, è il secondo straniero. Non sarà l'ex-Treviso Marshawn Powell, come spiega il ds Gabriele Casalvieri: «Ha un contratto in Germania. Speravamo si potesse liberare. Si era sentito con Corbett, con cui aveva giocato l'anno scorso, e sembrava fattibile. Ma il suo agente ha chiuso ogni possibilità». La società punterebbe su Andrew Fitzgerald, lungo di 202 cm, ex college di Oklahoma, la scorsa stagione in Giappone con i Kanazawa Samuraiz.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista