Quotidiani locali

Franzini e Rossi, ecco le ricette per la risalita

Prima. Il kaiser a Curtatone: «Voglio tranquillità». Il tecnico del Borgo Virgilio: «Difesa da registrare»

MANTOVA. A Curtatone, al posto del giovane tecnico dei rossoblù Tenedini, è arrivato un nome del calibro di Mauro Franzini, mentre il Borgo Virgilio ha scelto il tecnico degli Allievi Paolo Rossi per dare tranquillità e certezze a una squadra provata dal negativo avvio di campionato. Franzini trova un Curtatone relegato all'undicesimo posto con soli 7 punti, e il primo compito del tecnico sarà ridare fiducia alla squadra: «È difficile giudicare ora lo stato delle cose - spiega - ma bisogna dare prima di tutto tranquillità alla squadra. Per me è una novità trovarmi nella situazione di entrare a stagione in corso, a livello tattico ho già provato qualcosa ma è ovvio che la squadra è strutturata in modo diverso da come sono abituato. Tutti dicono che il Curtatone aveva certi obiettivi ma ora non ci dobbiamo pensare, per il momento pensiamo solo a uscire da questa situazione». Infine il tecnico, incalzato sui molti cambi in panchina di questi giorni, spiega come «ci sarebbe da dire molto sulle questioni legate agli allenatori ma in sostanza vedo e sento che molti vengono scelti per gli sponsor e magari senza gavetta o esperienza. A volte fare bene come penso di aver fatto ad Asola con tutti i problemi che ci sono stati, conta poco». Primi giorni di lavoro anche per Paolo Rossi, alle prese con una squadra con il morale a terra ma che vale più di quel misero punto conquistato: «Le prime mosse saranno sul fattore psicologico - spiega Rossi - ma anche tattico. Dobbiamo migliorare la fase difensiva, coprendo di più la parte centrale proveremo a dare solidità a tutta la squadra. Domenica c'è una partita per noi importantissima contro il Castello Ostiano, un'opportunità per non aumentare il distacco e per dare un segnale importante». Anche Rossi infine ha risposto alla domanda sui molti cambi in panchina dando la sua opinione: «Il calcio è crudele a volte, e a farne le spese sono spesso gli allenatori anche se hanno dato il massimo per la causa. Noi tre mesi fa eravamo alle stelle per il ripescaggio in Prima e ora ci troviamo in questa situazione ma non è mai giusto dare colpe perché i risultati dipendono da tante cose».

Lorenzo Fracassi

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista