Quotidiani locali

mountain bike

South Garda Bike. A Failli e Fumagalli la gara dei record 

Mille e 300 i concorrenti in corsa a Medole. Gallina (Emporiosport) vince la Medio fondo, Agosta terza

MEDOLE. Francesco Failli (Cicli Taddei) e Mara Fumagalli (Polidical Frm) sono loro i protagonisti assoluti dell'11ª edizione della Southgardabike. Come da copione la manifestazione che ha avuto quale denominatore comune da un lato la cittadina di Medole, dove è stata allestita la due giorni di mountain bike dagli ottimi organizzatori, vale a dire i dirigenti del Pedale medolese Sportnaturetour capitanati da Tazio Palvarini, dall'altro la competizione sviluppatasi in particolare sul tracciato di 60 chilometri.


All'interno della mattinata si è disputata anche la Medio Fondo di 30 chilometri, che ha registrato il successo di Cristian Gallina (Emporiosport) e il terzo posto tra le donne della compagna di squadra Barbara Agosta. Le emozioni in questo contesto non sono certo mancate; sin dall'inizio della mattinata, infatti, agli occhi di sportivi e appassionati si è presentato un serpentone variopinto composto da circa 1.300 atleti, andatisi a posizionare sulla linea di partenza nel cuore di Medole.

Sempre nella piazza principale è stato collocato lo striscione d'arrivo.
Una volta abbassata la bandiera a scacchi è stato un susseguirsi di colpi di scena e di conseguenza per coloro che si sono posizionati lungo i due tracciati predisposti non vi sono stati certamente momenti di stanca. Con il passare dei chilometri, soprattutto nella marathon, la fisionomia della testa si andava delineando con Failli che cercava in tutti i modi di liberarsi della marcatura degli avversari più temibili e tra questi anche Vito Buono, portacolori della compagine mantovana del Team Nob Selle Italia, che ha concluso al 4° posto.


Sul fronte femminile tra le protagoniste della giornata vi è stata, sempre per quel che concerne il movimento delle ruote grasse virgiliano, Angela Perboni (Emporiosport) che al termine si è piazzata settima.
A conti fatti, la due giorni medolese, con particolare riguardo alla giornata di ieri, si è trasformata in un’occasione unica che ha dato spazio anche alle zone meno conosciute del territorio collinare dell’Alto Mantovano di essere apprezzate tanto dagli atleti quanto dagli spettatori.


La Southgardabike è un successo per lo sport delle due ruote e per il contesto in cui si è sviluppata e per questo motivo una volta calato il sipario resta il risultato di una grande sinergia tra istituzioni, privati e associazionismo Un plauso va quindi a tutti coloro che a vario titolo hanno operato all'interno della macchina organizzativa; dai dirigenti del sodalizio medolese, alle istituzioni locali, agli sponsor e ai molti volontari che hanno collaborato con il team diretto da Tazio Palvarini. (g.b.)

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE E SCONTI SULLA PROMOZIONE

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare