Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mantova calcio
Per il Lumezzane Ciccio prova anche la difesa a quattro 

Mantova Calcio

calcio

Per il Lumezzane Ciccio prova anche la difesa a quattro 

Tutto dipende dall’eventuale rientro di Vinetot e Siniscalchi. Davanti Cittadino e Caridi dietro a Marchi o a Boniperti

MANTOVA. Ciccio Graziani è costretto a sfogliare ancora la margherita in vista dello scontro diretto di domenica (ore 20.30) al Martelli con il Lumezzane a causa dei tanti giocatori acciaccati. La formazione biancorossa potrà infatti essere decisa soltanto dopo aver verificato, fra oggi e domani, le possibilità di recupero di Vinetot (ieri ha evitato la partitella ma dovrebbe farcela) e soprattutto di Siniscalchi, che è fermo dall’inizio della settimana e forse proverà a forzare nella rifinitura.
Non a caso ieri Ciccio, nella consueta partita in famiglia fatta giocare allo stadio, ha provato anche la difesa a quattro, schierando all’inizio i potenziali titolari con un 4-2-3-1. In difesa, Diaby e Donnarumma hanno agito da terzini, con Cristini e Gargiulo centrali; Salifu e Raggio Garibaldi hanno presidiato la mediana; Regoli, Cittadino e Caridi (da destra a sinistra) si sono posti invece alle spalle dell’unica punta Boniperti.
Nel corso della sgambata (per la cronaca finita 2-1 con reti di Caridi e Regoli per i “titolari” e di Boniperti per i “rincalzi”), poi, Graziani ha sostituito Boniperti con Marchi, Raggio Garibaldi con Di Santantonio (e poi Salifu con Raggio) e Regoli con Smith.


Oltre a cambiare gli uomini, l’allenatore biancorosso ha quindi variato anche il modulo tattico, tornando al classico 3-4-2-1. In questo caso, lo schieramento era così composto: Cristini, Gargiulo e Diaby in difesa; Regoli e Donnarumma esterni; Salifu e Raggio Garibaldi in mediana; Cittadino e Caridi trequartisti; Marchi centravanti.
Alla partita non hanno preso parte inoltre Sodinha (a scopo precazionale) e Guazzo.

Quest’ultimo, reduce da una lesione tendino-inserzionale che gli ha fatto saltare la trasferta di Santarcangelo, si è rivisto comunque in campo e ha calciato anche in porta, dando dunque un segnale importante di essere sulla via del recupero.
In vista della sfida con il Lumezzane i dubbi sulla formazione riguardano dunque soprattutto la difesa: se Vinetot e Siniscalchi recuperassero, potrebbero comporre il reparto insieme a Gargiulo o al rientrante Cristini; in caso contrario Ciccio dovrà fare altre scelte, magari anche prendendo in esame il passaggio alla difesa a quattro, visto che Siniscalchi e Vinetot sono gli unici due difensori abituati a dirigere il reparto a tre.
Per il resto, l’allenatore biancorosso dovrà scegliere il mediano da affiancare a Salifu (Raggio Garibaldi sembra favorito su Di Santantonio) e la punta da schierare dall’inizio. Le alternative sono due: rilanciare dal primo minuto Marchi, al rientro da uno stiramento muscolare, o puntare su Boniperti tenendosi il centravanti come arma da usare nella ripresa, magari insieme a Sodinha.
Finale con una curiosità: ieri allo stadio si è rivisto l’ex presidente Fabrizio Lori, segno che la sua assenza di mercoledì non era da collegare a un divorzio dalla proprietà romana, che l’ha voluto a gennaio assegnandoli il ruolo di consigliere del presidente.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare