Quotidiani locali

TENNIS TAVOLO

Per l’Ag Turini può essere la notte dello scudetto 

Tennis tavolo: ragazze lanciate dal 4-0 all’andata all’Eppan. Domani (sabato 20 maggio) la Calzitaly cerca il colpo tricolore a Massa Carrara

CASTEL GOFFREDO . E’ il weekend che può assegnare i due scudetti della A1 di tennis tavolo e le formazioni di Castel Goffredo sono in piena bagarre per cucirseli al petto entrambe, ripetendo magari il double della passata stagione.
Stasera tocca alla formazione femminile dell’Ag Turini che giocherà in casa al PalaMazzi la sfida di ritorno contro l’Eppan Raiffeisen (ore 20). Basterà non perdere, dopo il perentorio 4-0 del primo match, per evitare l’eventuale bella (che sarebbe sempre a Castel Goffredo lunedì alle 20) e dare il là alla festa. Domani, invece, alle 16.45, tocca ai ragazzi del Calzitaly. E qui il discorso si complica: Rech Daldosso e compagni saranno di scena ad Avenza contro l’Apuania Carrara dopo il tiratissimo 3-3 dell’andata. Chi vince è campione d’Italia, in caso di nuova parità, risultato tutt’altro che da escludere visto il match d’andata, domenica, alle 16.45, si andrà alla bella. I castellani sarebbero a quel punto obbligati a vincere perché un ulteriore 3-3, vista la classifica della regular season, assegnerebbe il titolo ai toscani.

Cui Chen Xue in azione
Cui Chen Xue in azione

«Sui ragazzi non riesco proprio a sbilanciarmi - commenta il dg Franco Sciannimanico - non mi aspettavo di vedere una prima finale così combattuta. Dove non solo abbiamo tenuto testa a un avversario di grande livello come l’Apuania, già capace di batterci due volte in campionato, ma abbiamo anche qualche rimpianto, soprattutto sul primo match perso da Zhao. Ci crediamo e vogliamo provare a imporci: una vittoria ci servirà di sicuro e speriamo di ottenerla già sabato». Prima però c’è l’Ag Turini, che stasera potrebbe far scattare la festa tricolore davanti al pubblico di casa. «Sarebbe il nostro quindicesimo scudetto, un record difficilmente eguagliabile - dice Sciannimanico -. Aver vinto ad Appiano lasciando alle avversarie un solo set ci lascia ben sperare ma la tensione c’è e guai a prendere sottogamba l’impegno perché una sconfitta rimetterebbe in discussione tutto. Comunque vada in entrambe le sfide, è giusto fare una menzione di merito al tecnico Alfonso Laghezza che ha fatto e sta facendo con tutte e due le squadre un grande lavoro». Al PalaMazzi stasera per l’occasione saranno presenti anche l’assessore regionale allo sport Antonio Rossi e il presidente regionale del Coni Oreste Perri.
Intanto la castellana Lisa Bressan è stata tra le cinque pongiste azzurre che hanno preso parte all’Open di Spagna giovanile tenutosi a Platja d’Aro. Bressan, in gara nella categoria Juniores, ha chiuso il girone di singolare senza vittorie mentre nel doppio in coppia con Emilia Manukyan (Eppan Raiffeisen) è uscita ai 32esimi cedendo 3-1 alle padrone di casa Mireia Pereto e Lidia Rico.
Davide Casarotto

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics