Quotidiani locali

Caimani squadra cadetta del Viadana

Rugby Eccellenza. Il tecnico Frati: «Un grande vantaggio l’intercambiabilità tra U.22». Mercoledì parte la stagione

VIADANA. Viadana ci speravano ma la cosa non era per niente scontata. Adesso invece è ufficiale: il Consiglio della Federugby, nel dare il via libera ufficiale alla prossima stagione, ha accettato di iscrivere in serie B i Caimani di Bondanello quale squadra cadetta dei gialloneri. Tradotto: nel corso della stagione i giocatori Under 22 della prima squadra potranno passare alla seconda e viceversa.

«Si ratifica un rapporto stretto che già c’è da alcune stagioni - commenta il tecnico Filippo Frati -. Un indubbio vantaggio per una squadra molto giovane come la nostra. Ci speravamo ed è arrivato l’ok». Per il resto, la Fir ha confermato il blocco delle retrocessioni, in vista del passaggio all’Eccellenza a 12 squadre nel 2018-19 con due promozioni dalla serie A nella stagione che sta per cominciare. Con la novità che la squadra dell’Accademia nazionale U20 Ivan Francescato potrà pure competere per la promozione. L’Eccellenza, è confermato, partirà nel fine settimana del 23-24 settembre e si concluderà con la finale del 19 maggio (semifinali 29-29 aprile e 5-6 maggio).

Intanto mercoledì 26 luglio parte la stagione del Viadana con i test che si terranno anche giovedì e venerdì. Il lunedì successivo il via vero e proprio della preparazione con le cinque settimane che termineranno con l’ormai tradizionale e atteso Camp che si terrà nell’ospitale Valle di Ledro. Il 26 agosto è prevista la prima uscita in amichevole a Firenze contro I Medicei neopromossi, una squadra che ha fatto una grande campagna acquisti e attorno alla quale c’è molto fermento. Tra gli altri, il nuovo estremo è Basson, ex giocatore simbolo del Rovigo che avrà anche la responsabilità di allenare i trequarti toscani.

Per Frati sta per iniziare la prima stagione, dopo tanti anni, senza avere nella sua squadra il fratello Marco che alcuni giorni fa ha scelto di tornare a Noceto in serie A dopo la scelta di lavoro alla Club house della cittadina parmigiana già gestita dai genitori. Una scelta condivisa da Filippo: «A 32 anni una scelta più condivisibile di Targa e Benvenuti, più giovani - afferma il coach -. Comunque, Marco non smette di giocare: magari ce lo ritroviamo tra qualche anno in Eccellenza. Al riguardo voglio sottolineare la grande signorilità del Viadana nel lasciarlo libero nonostante un anno ancora di contratto, al pari di quanto è stato fatto per Scalvi». Il tecnico conferma che non verrà preso nessun altro mediano di mischia e che si punterà dritto su Pietro Gregorio con riserva il classe 1998 Leonardo Bacchi. «Come terzo n.9 abbiamo già scelto Pietro Tafaoata Di Stefano che ha un anno in meno di Bacchi e potrà giocare anche nell’Under 18 e nella squadra cadetta».


 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro