Quotidiani locali

Scarse adesioni, niente Terza divisione “rosa”

Volley provinciale. Il presidente Belladelli: «Le società faticano a reggere le spese e pochi impianti»

MANTOVA. Pareva ormai l’anno della nascita della Terza divisione femminile alla Fipav provinciale. Invece no. Anzi: Prima e Seconda la prossima stagione insieme assommeranno 27 squadre contro le 38 dell’anno scorso. Un calo sensibile che, a fronte dei due gironi di Prima e dei tre di Seconda del 2016-17, hanno costretto la Commissione territoriale gare ad allestire un solo gruppo di Prima e due di Seconda, tornei che partiranno a metà di ottobre. Eccoli.

Prima femminile: Avis Castellucchio, Borgo Virgilio, Ngs Porto, Davis, Rigoletto Marcaria, Canottieri Mincio, Urania, Monzambano, Villa Poma, PolRiva (squadra giovane), Goito, Avis Ostiglia.

Seconda femminile. Girone A: Rivalta, Mura Asola, Gazoldo, Remo Mori, pomponesco, Solferino, Ascosport Sabbioneta. Girone B: Pallavolo Curtatone, Levata, Curtatone Volley Mantova, Villa Poma, Mamy Volley, Emmepi Volley, Canottieri Mincio e Ngs Porto (squadra giovane).

«Abbiamo avuto solo tre adesioni alla Terza divisione - spiega il presidente provinciale, Giorgio Belladelli -. Ma quello che ci ha indotto a rimescolare le carte sono state le ben quattro defezioni in Prima che ci hanno costretto a ripescare dalla Seconda». E non è servito l’incentivo di poter iscrivere alla Prima una squadra di giovani: solo un club ha risposto, la PolRiva. «Le società faticano a reggere le spese - argomenta il presidente - e cercano di stringere le collaborazioni per dividere i costi. Ma c’è anche un grosso problema di scarsità di impianti. Per fortuna le squadre giovanili invece fioriscono: speriamo di raccoglierne i frutti nei prossimi anni». Questi i numeri dei tornei baby in rosa: Under 18 con un girone da 9 squadre; tre gruppi da 6 team ciascuno nell’Under 16; tre gironi da 5 e uno da 4 nell’Under 14; infine ben 21 formazioni al via nell’Under 13 con formula da definire.

Soliti problemi quanto al settore maschile, destinato ancora a vedere solo sfide giovanili targate Fipav Mantova. «E rispetto alla passata stagione siamo riusciti a rimettere in piedi anche il campionato Under 14 con 6 squadre - riprende Belladelli -. Ma è un problema comune alle altre province. Basti pensare che Brescia ha pure faticato ad allestire tutti i tornei baby pur avendo una popolazione tripla rispetto al Mantovano». Sei anche i team nell’U.18 e 5 nell’U.16. C’è una novità a livello senior, con l’indizione della prima Coppa Mantova alla quale prenderanno parte Quistello, San Lazzaro e Remo Mori. «In attesa dell’inizio dei rispettivi tornei nel Modenese e nel Veronese - spiega il presidente - diamo la possibilità a queste tre squadre di prepararsi quasi come fossero amichevoli».(Leb)



TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista