Quotidiani locali

Bollini, una rimonta per diventare re di Salerno

Serie B. Da 0-2 a 3-2 nel super derby con l’Avellino. Il tecnico di Poggio Rusco: «Non molliamo mai»

MANTOVA . Un successo in un derby molto sentito in Campania, quello tra Avellino e Salernitana, oltretutto atteso dagli ospiti da ben 23 anni. Alberto Bollini ha firmato l'impresa di giornata in B, guidando la sua squadra ad una entusiasmante rimonta da 0-2 a 3-2 ed assestandosi in una zona di metà classifica ma con vista (tre punti) sulla vetta dove comandano Palermo e Frosinone. Il tecnico di Poggio Rusco è a Salerno dal dicembre 2016, quando patron Claudio Lotito (proprietario del 50% del club insieme a Mezzaroma) lo mandò sulla costiera amalfitana con il compito di rivitalizzare una formazione in zona playout. Bollini si tirò fuori dalle sabbie mobili, raggiunse la salvezza con sette turni di anticipo arrivando anche a sfiorare un clamoroso aggancio ai playoff. Scontata la riconferma per questa stagione. «È stato un successo molto bello - dice Bollini - arrivato dopo una gara inizialmente sofferta ma nella quale non abbiamo mai mollato. Per questo ringrazio tutti i miei atleti, anche quelli saliti dalla panchina. Qui ci tenevano molto a questo derby ed averlo vinto così spero possa contribuire ad accrescere l'entusiasmo generale». Una serie B quanto mai equilibrata, dove in 8 punti sono racchiuse tutte: «L'unica imbattuta è il Palermo - conclude Bollini - , poi ci siamo noi ed il Venezia che abbiamo perso una sola gara. Il mio rammarico è che dei sei pareggi ottenuti almeno un paio sarebbero potuti diventare vittorie. Stiamo rispettando i programmi, vedremo cosa accadrà in seguito».

Alberto Sogliani

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista