Quotidiani locali

Seconda divisione: Mamy Volley e Mura Asola subito corsare

MANTOVA. Nel girone B della Seconda divisione femminile di volley netta affermazione di Asola che espugna il campo di Roverbella per 3 set a zero. Con lo stesso risultato, Corte Catenaccio supera...

MANTOVA. Nel girone B della Seconda divisione femminile di volley netta affermazione di Asola che espugna il campo di Roverbella per 3 set a zero. Con lo stesso risultato, Corte Catenaccio supera Pomponesco. Successo, invece, al tie-break per Gazoldo su Solferino, dopo aver subito la rimonta da 2-0 a 2-2 dagli ospiti.

Nel girone A Curtatone, Mamy Volley e Canottieri Mincio si impongono rispettivamente contro Emmepi (appena 33 punti realizzati in tre set), Cv Savi e Levata per 3-0.

Si dice molto contenta la dirigente del Gazoldo, Simonetta Franzini: «Abbiamo avuto un ottimo approccio nei primi due set, poi è calata improvvisamente la concentrazione delle nostre ragazze. Nel tie-break siamo riuscite poi a portare a casa questa partita molto equilibrata. Il debutto della nostra rosa rinnovata è stato senza dubbio positivo, anche se ci sono da rodare ancora tanti meccanismi di gioco».

Positivo anche il giudizio dell’allenatore del Mamy Volley, Fausto Scarsini: «Dopo un buon test in Coppa contro il Porto Mantovano di Prima divisione, abbiamo esordito alla grande contro il Cv Savi Lab contro cui hanno fatto bene anche le ragazze che di solito giocano meno. C’è ancora tanto da migliorare tatticamente e come spirito di gruppo, ma vedo certamente dei segnali positivi. Abbiamo una squadra costruita con il giusto mix di giovani ed esperte dai 15 ai 38 anni e una ragazza che ha giocato in serie B negli anni scorsi. Vogliamo provare a raggiungere la Prima divisione - conclude la sua analisi Scarsini - consci che sarà un campionato molto difficile e che abbiamo una situazione logistica complicata a livello di palestre nel nostro paese».(ac)



TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista