Quotidiani locali

BASKET A2

Vencato anima gli Stings: «A Verona con la fame»

Il play: «Questa squadra la sento più mia rispetto allo scorso anno». Sulla sponda scaligera attenzione a Udom: «Dinamica simile a noi, sarà dura»

MANTOVA. Indipendentemente dallo sport o dalla categoria, accostare Mantova e Verona nella stessa frase e soprattutto vederle una di fronte all’altra su un campo non può non suscitare una buona dose di aspettative già a ventiquattrore della sfida: domenica 29 ottobre al PalaOlimpia di Verona alle ore 18.15 verrà scritto un nuovo capitolo del romanzo Tezenis-Dinamica Generale. Vigilia che viene “giocata” da due dei giocatori più rappresentativi.

Sul versante biancorosso è Luca Vencato (25 minuti, 7,25 punti e quasi 6 assist di media a partita) a mettere sul tavolo le prime carte: «Dopo la brutta sconfitta di Forlì, la risposta che abbiamo dato contro Ferrara è stata di quelle importanti - afferma - significativa del fatto che questa squadra c’è e ha voglia di migliorare e di mettersi in gioco. L’agonismo, la cattiveria agonistica e la determinazione vista contro Ferrara sono le garanzie che ci sono ancora dei margini di crescita. L’anno scorso c’erano tanti giocatori senior in più, quest’anno sento la squadra molto più mia e riconosco di avere molti più doveri e responsabilità verso la squadra. Verona ha cambiato molto rispetto all’anno scorso, hanno due americani molto forti. Penso che le motivazioni saranno le stesse, se non ancora più grandi rispetto a Ferrara perché sappiamo di dover avere a che fare anche con il fattore campo a sfavore».

Con 16,7 punti e 7,3 assist di media a partita, l’ala Mattia Udom si sta confermando uno degli uomini chiave di questa Scaligera: «Mantova è un avversario importante, forte e che gioca bene - dice -. La Dinamica Generale è una formazione simile alla nostra, costruita con tanti giovani ai quali è data tanta responsabilità. Sarà una bella sfida, perché appunto loro propongono un buon gioco e noi vogliamo riscattare la partita contro Montegranaro. Per portare a casa il match ci servirà tanta concentrazione, evitare gli errori commessi nell’ultima uscita e applicare il piano partita che ci richiede il coach».

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista