Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mantova calcio
Il Mantova al big match contando i “superstiti”

Mantova Calcio

Calcio serie D

Il Mantova al big match contando i “superstiti”

Domani al Martelli arriva l’Arzignano. Cascone non ce la fa, out anche Santoni, Ricci e Speziale. Moi forse in panchina. Questa mattina rifinitura a porte chiuse allo stadio, dubbi sulla formazione

MANTOVA. Il giorno dopo la vittoria sulla Liventina, il Mantova si trova a contare i “superstiti” su cui poter fare conto in vista dello scontro diretto di domani (1 novembre, ore 14.30) al Martelli con l’Arzignano secondo in classifica. Una sfida che può dare una dimensione alle ambizioni biancorosse ma che capita in un momento difficile, nel quale l’Acm dovrà stringere i denti e gettare in campo il cuore per strappare un risultato che dia sostanza alla rimonta in classifica. Le cinque vittorie ottenute nelle ultime sei giornate hanno infatti portato il Mantova al settimo posto, a quattro lunghezze dall’Arzignano e a 7 dalla Virtus Verona capolista. Ma è chiaro che i quattro ko già accumulati dalla squadra pesano come macigni e condannano Ferraro e compagni a non poter più sbagliare se vogliono coltivare speranze di riagganciarsi al vertice.

Detto questo, la sfida di domani sarà resa ancor più complicata dall’emergenza infortuni. Contro il miglior attacco del girone (21 reti all’attivo) e la seconda miglior difesa, Renato Cioffi dovrà infatti fare sicuramente a meno di Cascone, Santoni, Ricci e Speziale, mentre potrebbe recuperare Moi in extremis almeno per la panchina. Ieri, 30 ottobre, è rimasto a riposo anche Correa, il che - unito alla possibile necessità di fare un minimo di turnover - rende quanto mai arduo abbozzare la formazione titolare.

La squadra ieri ha lavorato al Martelli e stamani sempre allo stadio (ma a porte chiuse) svolgerà la seduta di rifinitura. Cioffi dovrà decidere sostanzialmente se riproporre in blocco l’undici che ha battuto la Liventina, sostituendo l’infortunato Ricci con Palma, oppure cambiare qualcosa per sfruttare qualche elemento più fresco a sole 72 ore dall’impegno precedente. Delle chance potrebbero magari avere i giovani Eddy e Carrasco, ma qualcosa di più certo si potrà dire soltanto dopo l’ultimo allenamento.

Per quanto riguarda l’infermeria, ecco il quadro nel dettaglio. Renato Ricci, al quale è stata diagnosticata la frattura del perone, questa mattina verrà visitato dall’ortopedico Antonio Zanini. Nella circostanza verrà deciso se procedere con un intervento chirurgico oppure no, ma in ogni caso il centrocampista non tornerà in campo prima di gennaio. Fuori causa per il match di domani è anche David Speziale: il centravanti sarà sottoposto giovedì a una risonanza magnetica, che si spera dia un esito favorevole in modo da rimetterlo a disposizione di Cioffi per la trasferta di domenica a Tamai. E bisognerà aspettare domenica anche per rivedere al timone della difesa Pietro Cascone. Ieri il centrale è stato sottoposto a un’ecografia che ha escluso lesioni muscolari, ma accusa ancora dolore alla coscia per quella che evidentemente è una contrattura. Non sarà convocato per domani, mentre il mister spera di averlo pronto per domenica.

Fuori causa resta inoltre Nicholas Santoni, alle prese con un problema di natura infiammatoria all’aduttore: ieri il centrocampista ha provato ad allenarsi ma si è di nuovo fermato. Nei prossimi giorni si capirà quando potrà tornare nei ranghi. Dulcis in fundo, Mirko Moi: ieri il difensore, reduce da una contrattura al polpaccio, si è allenato senza avvertire dolore. Oggi sarà comunque sottoposto a esami di controllo e, nella migliore delle ipotesi, dovrebbe andare in panchina.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista