Quotidiani locali

pomponesco battuto in rimonta  

Porto, prima gioia in casa Suppi subentra e decide

PORTO MANTOVANO. È arrivata finalmente la prima gioia al Ca' Rossa per il Porto, che nella giornata di ieri ha sfatato una vera e propria “maledizione”, come qualcuno sugli spalti sosteneva. I...

PORTO MANTOVANO. È arrivata finalmente la prima gioia al Ca' Rossa per il Porto, che nella giornata di ieri ha sfatato una vera e propria “maledizione”, come qualcuno sugli spalti sosteneva. I ragazzi di mister Storti sono stati autori di una prestazione convincente, a tratti addirittura ottima, che ha permesso loro di inanellare la seconda vittoria consecutiva dopo quella in trasferta contro il Persico Dosimo.

La classifica ora sorride ai biancazzurri, che con 11 punti escono dalla “zona rossa” della classifica superando proprio gli avversari di giornata del Pomponesco, fermi a 9. La gara però non è stata semplice per il Porto - complice anche la qualità di un avversario che si è dimostrato comunque battagliero - che non appariva in una giornata di grazia. Approfittando di queste difficoltà gli uomini di mister Sanfelici si sono portati in vantaggio dopo appena due minuti con Lana, davvero bravissimo a superare Lodi nell'uno contro uno e poi a battere Sposito con un delizioso “tocco sotto” di destro, che si insacca dopo aver baciato la parte inferiore della traversa. Una partita subito in salita dunque per il Porto. I padroni di casa però non ci stanno, e si buttano in avanti alla ricerca del pareggio. L'1 a 1 arriva infatti una ventina di minuti più tardi con Campagnari che fa secco Musi dopo una grandissima azione di Peralta, che serve il compagno dopo essersi liberato di due uomini in velocità. Si va negli spogliatoi sul parziale di 1-1 con i ragazzi di Storti che sembrano crederci più degli avversari.

Inizia la ripresa e la gara si dimostra estremamente equilibrata, con un pari che sembra reggere fino al 90’. Solo una giocata da fuoriclasse potrebbe regalare i tre punti all'una o all'altra compagine. Quella giocata arriva dalla panchina: Andrea Suppi fa il suo ingresso in campo a 10 minuti dalla fine e all'85' trova una precisa rasoiata di sinistro da fuori area che non dà scampo a Musi e che regala al Porto una gioia incontenibile. L'esultanza del numero 17 ne è la prova: corre a perdifiato verso le tribune e si toglie la maglietta. Per i primi 3 punti al Cà Rossa si fa questo e altro.

Gabriele Spinardi

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista