Quotidiani locali

basket a2

«Scusate Stings, ma dobbiamo vincere»

Domenica arriva Treviso, l’ex Fantinelli è infortunato: «La Dinamica? Americani di livello e Candussi super»

TREVISO. Un passato agli Stings, quando la denominazione sociale era ancora “Primavera Mirandola” (Dna 2012-13) e un presente da grande protagonista nell’ambiziosa De’ Longhi Treviso.

Matteo Fantinelli, tra i migliori playmaker delle ultime due stagioni in Serie A2, sarà il grande assente (forse insieme a Michele Antonutti) del match di domenica prossima al PalaBam contro Mantova per via del perdurare dell’infiammazione alla fascia plantare.

Il 23enne regista ripercorre il suo anno in biancorosso dopo il quale è stato una stagione a Recanati e poi quattro (con questa) a Treviso: «Ho ottimi ricordi della mia prima stagione da senior, in cui trovai tanto minutaggio. Fu un anno logisticamente non semplice per via del terremoto e anche perché giocammo sia a Ferrara che a Mantova. Nonostante ciò, si vedeva già da allora la grande solidità, serietà e ambizione della società».

L’analisi si sposta sul presente, con Treviso che fino a questo momento ha raccolto solo 4 punti in cinque partite: «Finora è stata una stagione molto sfortunata. Abbiamo svolto la preparazione quasi mai al completo e questo ha influito nella qualità degli allenamenti e quindi nel gioco espresso in partita. Con Mantova dobbiamo per forza riprendere a vincere». Tra gli infortunati c’è lo stesso Fantinelli: «E’ un infortunio i cui tempi di recupero sono soggettivi. Lo staff medico mi sta seguendo in modo eccellente e vuole che ritorni in campo solo quando il problema sarà risolto del tutto per evitare dolorose ricadute».

Sempre presente nei precedenti confronti, Fantinelli fu assoluto protagonista del primo incontro tra Treviso e Mantova che si concluse con la vittoria dei veneti dopo tre overtime. Nell’occasione, il play mise a referto una clamorosa tripla doppia da 25 punti, 11 rimbalzi e 11 assist. Come oggi, Treviso dovette fare a meno di due importanti giocatori, ovvero il capitano Agustin Fabi e l’americano Marshawn Powell: «La partita di due anni fa per certi aspetti ricorda quella che affronteremo domenica. Riuscimmo a vincere giocando una gara di sacrificio e umiltà, proprio quello che ci servirà al PalaBam. Mantova è una squadra in forma - conclude Fantinelli -. Può contare su due americani di alto livello e un Candussi che ha avuto un inizio di stagione fantastico. Dovremo pensare a noi stessi e impostare una partita di totale concentrazione».

Alberto Carmone


 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista