Quotidiani locali

lollotime

Un derby amaro. Ora il Treviso per ritornare tosti

La rubrica del capitano degli Stings

Torniamo da Verona con in bocca il sapore amaro della sconfitta, senza i due punti in classifica ma con tanta rabbia e rammarico.

Facendo una prima disamina della gara, credo che il risultato finale fissato sul tabellone luminoso non abbia rispecchiato minimamente il valore delle forze in campo, ma sia purtroppo il risultato di una brutta giornata o meglio di un brutto ultimo quarto giocato veramente male. Abbiamo avuto la possibilità e la capacità di restare attaccati alla partita, di poter anche dirigerla e volgerla a nostro favore ma qualcosa è andato storto e l'occasione è sfumata, sciolta come neve al sole...

Sono ovviamente dispiaciuto, così come tutti i miei compagni. Volevamo regalare una gioia ai nostri tifosi, così numerosi e caldi a Verona, e non ci siamo riusciti. Ma nello sport ci sono, così come nella vita, regole non scritte che scandiscono i passi del lavoro e dell'impegno. Una di queste dice che, seppur indigeste, anche le sconfitte diventano molto utili nel saper dare molte indicazioni e informazioni preziose, nel nostro caso sia allo staff tecnico che a noi giocatori. Ho sempre visto che tutto ciò ha una sua reale fondatezza e io ricordo spesso la frase "puoi imparare una riga da una vittoria e un libro da una sconfitta".

Vedere e ripensare agli errori commessi domenica scorsa aiuterà questo gruppo a crescere e maturare, prendersi degli impegni e darsi degli obiettivi per diventare sempre più speciale!

Quindi testa e cuore alla prossima partita di domenica e non c'è occasione migliore che confrontarsi subito con un top team come Treviso, una gara impegnativa e molto stimolante in cui vogliamo dimostrare a noi stessi e a tutti i tifosi che questi Stings sono tosti e non mollano mai. Ci vediamo al PalaBam e sempre Go Stings!



TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista