Quotidiani locali

Sorrentino, star asolana a Montichiari

Promozione. La punta: «Dopo lo Sporting voglio segnare anche al Casalromano»

ASOLA. Da queste parti c’è chi lo considera un emigrato di lusso, visto che dopo avere percorso tutta la trafila nelle giovanili dell’Asola si è accasato a quel Montichiari che è leader della Promozione. Daniele Sorrentino, classe 1997, è forse il miglior prodotto del vivaio biancorosso degli ultimi anni e sembra avere trovato la sua giusta collocazione nel Bresciano, in quel team che è per metà mantovano vista la presenza fra gli altri di Martino Olivetti, ex Asola, Castellana e Mantova, degli ex Castellana Bettenzana e Chitò. Sorrentino, con quello siglato domenica all’Ome con una serpentina che ai cronisti ha ricordato la fuga “coast to coast” di George Weah col Verona, è a quota 2 gol siglati: «Grande società. Puntiamo a salire di categoria. Una mano l’ho data a Ferrari anche nell’azione del primo gol». L’altra rete di Sorrentino la domenica prima allo Sporting Club: «Sono una bella squadra, ci tengo a dirlo; peccato che domenica mi tocchi un altro derby, nel quale avrò almeno due buone ragioni per dare più del massimo». Sorrentino le spiega così: «A Casalromano ritroverò un grande mister, Mauro Franzini. In più c’è la classica rivalità fra asolani e gialloblù. Poi ho la casistica di goleador alle mantovane...». E il futuro potrebbe essere biancorosso per Sorrentino: «Col presidente Tozzo e il rapporto è ottimo, un eventuale ritorno ad Asola non lo escludo».

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista