Quotidiani locali

Il Viadana vuole il derby della maturità

Rugby Eccellenza. Dopo la sbandata in Coppa, la squadra di Frati riceve il Calvisano per prendersi la rivincita

VIADANA. Viadana e Calvisano ritornano a incrociarsi oggi nel quinto turno di Eccellenza dopo due sole settimane dalla sfida in terra bresciana per la Continental Shield. Sfida che ha visto i gialloneri mantovani regolati già dopo il primo tempo finito 26-0 per le 4 mete calvine. Una fiammata a inizio ripresa, con i centri di Caila e Andrea Denti, quindi altre due mete dei padroni di casa per il 41-14 finale.

Oggi il Viadana scende in campo per dimostrare che non c’è tutta quella differenza tra le due squadre, contando anche sulla spinta del pubblico amico. Certo, come nel maggio scorso nella semifinale di andata vinta 18-12, servirà una partita perfetta, con una gestione oculata della palla. Quindici giorni fa i ragazzi di Frati sono stati protagonisti di una prova positiva quanto ad atteggiamento, dopo la brutta figura casalinga di una settimana prima contro i portoghesi del Cdul. Ma il dominio assoluto calvino in touche ha sempre ricacciato indietro gli ospiti ogni volta che si erano presentati in area di meta, soprattutto nel primo tempo. E i contrattacchi bresciani hanno quindi colpito chirurgicamente, affondando il Viadana già in 40’. Ecco, se si vorrà cancellare quella sconfitta si dovrà partire da una rimessa laterale all’altezza, ritrovando i meccanismi che nella prima fase della stagione avevano dato buoni frutti. Poi sarà necessario gestire oculatamente ogni pallone per lasciare il meno possibile il gioco in mano agli avversari.

Dalla mischia si chiede la stessa determinazione e disciplina di due settimane fa contro uno dei pack più quotati del torneo. Se si vorrà restare attaccati fino in fondo ai campioni d’Italia e magari puntare al colpo tuttavia sarà fondamentale una difesa compatta. Finora il Viadana ha segnato quasi come il Calvisano (123 punti contro 148, di media 30 contro 37), ma ne ha subiti pure tanti (95 contro 61, media 23 contro 15). Ben 16 le mete realizzate ma ben 10 quelle subite in 4 gare (4 fatte e 2,5 subite a gara). È proprio con una grande difesa che si può puntare in alto. In panchina oggi Frati avrà due placcatori in più al 100% rispetto a Rovigo, vale a dire Manganiello e Tizzi, che presumibilmente verranno lanciati nella mischia nella fase clou di un derby che si spera restituisca un Viadana più maturo.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista