Quotidiani locali

BASKET A2

Stings, un osso duro per rialzare la testa

Alle 18 big match al PalaBam con la De’ Longhi Treviso di coach Pillastrini: «Anche noi dobbiamo reagire»

MANTOVA. Ci sono alcune gare che hanno un sapore particolare per i tifosi degli Stings: quella contro Treviso è una di queste. Sarà perché, fin dal primo incontro un paio di anni fa, le due squadre hanno sempre dato vita a sfide spettacolari. Oppure perché - sempre nell’annata 2015/2016 - ci fu un lungo testa a testa per il primo posto assoluto del girone Est. Oppure perché giocare contro l’erede della grande Benetton, che anche in trasferta può contare su centinaia di tifosi al seguito, ha il suo indubbio fascino. Qualunque sia il motivo, è certo che stasera sarà un PalaBam da grandi occasioni.

Gli Stings cercano la rivincita dopo la beffa dello scorso anno, quando persero una gara già vinta, per un canestro alla sirena di Saccaggi ai limiti del possibile. La De’ Longhi sta attraversando un periodo di grande difficoltà: Antonutti e Fantinelli, i leader della squadra, sono out per infortunio, e le rotazioni di coach Stefano Pillastrini sono davvero ai minimi termini. Perciò è arrivata la sconfitta casalinga di domenica scorsa contro Montegranaro, la terza in cinque gare: negli ultimi anni i veneti non avevano mai iniziato così male.

Se state pensando che sia il momento migliore per affrontarli, fate attenzione: non bisogna mai fidarsi delle squadre in difficoltà, specie quando sono delle “big”. In quei momenti riescono a trovare risorse ed energie insperate.

Coach Pillastrini, che conosce bene queste dinamiche, nel pre-gara ha provato a cavalcarle, spronando i suoi: «Siamo in un momento obiettivamente difficile: in partita siamo costretti a spremere molto alcuni giocatori mentre in settimana ne risente la qualità degli allenamenti. Ma vedo nel gruppo la giusta volontà di reagire: mi aspetto una prova importante e una bella partita, per cercare di invertire il trend».

Gli uomini da tenere sott’occhio? L’Usa John Brown: segna tanto (22.6 punti e 7.8 rimbalzi di media) e in molti modi, anche dalla media. Può patire difese muscolari, come quella che potrebbe riservargli Bobby Jones. Sul perimetro i principali pericoli vengono da Musso, Sabatini e Imbrò: finora hanno reso a corrente molto alternata. Sono una squadra che ama giocare ad alti ritmi e tirare dalla lunga. Bisognerà cercare di sporcargli le medie, evitando di concedere tiri facili.

Oggi intanto l’info point (in piazzetta Zaniboni a Mantova) sarà aperto dalle 10 alle 12.30 per la prevendita dei biglietti del match e per il ritiro degli abbonamenti. Al pomeriggio la biglietteria del PalaBam aprirà alle 16.30.

Alberto Mariutto
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista