Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Il Nuvolato tiene aperto il campionato

Open League Uisp. Vittoria stupenda del Santa Lucia contro il Bar La Torre, mucchio selvaggio per accedere ai playoff

MANTOVA. Giornata da cerchiare in rosso la settima dell’Open League a 11 Uisp, perché nel girone D qualcuno è finalmente riuscito a fermare la marcia del Bar La Torre, unica squadra a punteggio pieno e ancora imbattuta. Autore dell’impresa il Nuvolato Santa Lucia, trascinato dalla doppietta di Fila cui ha fatto seguito il gol di Baratti. I vicecampioni di Poggio Rusco avevano dato il là alle ostilità dopo 3’ con Roversi poi, sotto 3-1, hanno riaperto troppo tardi la contesa con l'acuto di Bombarda. Il Nuvolato a questo punto sale al secondo posto, a -5 dall’avversario di giornata e in coabitazione con il Correggioli, impostosi per 2-1 sul Tormec. Le marcature decisive portano le firme di Ragazzi e di Bettoni. Classifica alla mano in zona playoff la situazione si fa veramente affollata, con cinque squadre racchiuse nel giro di due punti. Alle spalle di Nuvolato e Correggioli spuntano, a -1, Felonica e Geo Domus, entrambe vittoriose ieri. La prima ha espugnato Libiola con bis di Zerbini e reti di Ogliani e Guidorzi (gol della bandiera per i padroni di casa di Gelati). La seconda invece si è imposta 3-2 su un combattivo Quingentole: le reti che hanno animato una sfida molto intensa sono state di Galietta, Ceccio (2), Manfredini e Bussolotti. I fluminensi non hanno ancora vinto ma continuando a giocare così è davvero questione di tempo. Infine a rubare, almeno in parte, la scena al Nuvolato in tema di prime volte ci pensa il Formigosa: la prima vittoria, giunta al cospetto di un cliente tutt’altro che comodo come il Revere, porta la firma di Andrea Marangi al 60’. Per gli ospiti un ko pesante, che li vede perdere punti preziosi dal trenino che lotta per la top-four. Occorrerà rialzarsi in fretta ma il prossimo esame è di quelli tosti: arriverà il Bar La Torre.

Nel girone C comanda in maniera perentoria, e da ieri solitaria, la Marianese. L’undici di Mariana Mantovana spazza la resistenza del G&B United con un poker propiziato dalla doppietta di Drago e dagli acuti di Glacelli e Ogliosi. E approfitta così del ko interno patito dal Commessaggio, che si arrende ad uno spumeggiante Serramenti Rizzioli: il team di San Silvestro passa con un rotondo 3-1. Finisce in parità (1-1) tra Ival e Cicognara, un punto che fa più comodo all’undici di Araldi, che preserva così il suo terzo posto dagli assalti delle inseguitrici. Una di queste tra l’altro, La Piccola Atene, non riesce ad approfittare della X uscita sulla ruota di San Silvestro, restando inchiodata sullo 0-0 contro la tenace difesa opposta dal fanalino Campitello Novellini, capace di inanellare il secondo punto del suo campionato. Infine l’atteso confronto tra Marcaria e Ponterrese. Atteso perché vedeva di fronte due delle formazioni più deluse da quest’avvio di campionato, non all’altezza della loro esperienza e del loro blasone. La chance per rialzare la testa la coglie la Ponterrese, che si scopre corsara superando di misura l’avversario di giornata grazie alle reti di Tanasaj, Maffezzoli e Lodi Rizzini. Nel prossimo turno l’occasione per risollevarsi in classifica sarà il derby con La Piccola Atene.

Davide Casarotto