Quotidiani locali

le interviste 

Tozzo e Gussago: «La sconfitta è meritata»

CASTEL D’ARIO. A fine partita non tira certo aria di festa nello spogliatoio dell’Asola con il presidente Massimo Tozzo che prova ad analizzare la sconfitta anche se è difficile capirne i motivi se...

CASTEL D’ARIO. A fine partita non tira certo aria di festa nello spogliatoio dell’Asola con il presidente Massimo Tozzo che prova ad analizzare la sconfitta anche se è difficile capirne i motivi se non quelli legati alle assenze importanti: «Abbiamo meritato la sconfitta – ammette sportivamente Tozzo – perché siamo partiti male subendo subito gol e non siamo mai riusciti a raddrizzare la partita. È vero che abbiamo fuori giocatori come Begni e Maraldo e Ruta non ancora al meglio, ma giocando in superiorità numerica per quasi tutta la partita dovevamo approfittarne».

Fa ancora più fatica invece a trovare le parole per commentare questo 3-1 mister Michele Gussago, che si aspettava molto di più dai suoi giocatori che invece sul campo non hanno mostrato quello di cui sono capaci: «Non c’è molto da dire – commenta con amarezza il tecnico – quando i giocatori in campo non riescono a fare la differenza c’è poco da fare. Dopo l’1-0, in superiorità numerica abbiamo regalato un rigore al Castel d’Ario e poi sul 2-1 nel secondo tempo abbiamo sbagliato un gol già fatto che ci avrebbe fatto pareggiare e avrebbe sicuramente cambiato la partita. Abbiamo comunque anche delle assenze pesanti che ci condizionano, è dall’inizio della stagione che lo dico». Sulla possibilità di tornare subito dalla prossima giornata a vedere il vero Asola il tecnico Gussago spiega che «lo saprò dire domenica prossima». L’avversaria di turno per i biancorossi sarà la Pro Desenzano. (lo.fr.)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista