Quotidiani locali

CALCIO DILETTANTI

Beato (o dannato) Cesarini. Quando il finale è decisivo

L’analisi. Ben 11 reti allo scadere nell’ultimo turno di campionato: Florez salva il Suzzara a Pomponesco, dolori per Castellana e Casalromano

MANTOVA. Era il 13 dicembre del 1931, la partita Italia-Ungheria. L’oriundo Renato Cesarini segna a pochi secondi dallo scadere e da quel momento in poi diventerà una leggenda. I cronisti ribattezzano gli ultimi minuti di gioco la Zona Cesarini, quel frangente in cui tutto può cambiare se l’uomo giusto trova il modo di infilare il portiere. Di anni (e di gol allo scadere) ne sono passati tanti, ma i frangenti conclusivi delle partite stanno diventando sempre di più fondamentali nei match. La prova sta nell’ultimo turno di campionato, con ben 11 marcature decisive arrivate quando l’arbitro ormai aveva il fischietto in bocca per mandare tutti sotto la doccia.

La rete di Terragin del Castel d’Ario...
La rete di Terragin del Castel d’Ario durante il derby di Promozione vinto dai bianconeri contro l’A

Eccellenza. Qui Cesarini fa rima con rammarico. Quello della Castellana, sconfitta all’ultimo istante dal Cazzago dopo il gol al minuto 92 ad opera di Gullotta. Una doccia fredda pesantissima per i biancazzurri, anche perché le dirette concorrenti per la salvezza vincono e si allontanano.

Il gol di Boselli del Marmirolo al...
Il gol di Boselli del Marmirolo al Rapid United

Promozione. La rete più pesante nel finale è un’altra delusione per le mantovane. Nel caso specifico Filippini del Montichiari al minuto 41 della ripresa ha tolto un punto meritato al Casalromano. Sorte diversa, invece, per il guizzo di Omoregie in Castel d’Ario-Asola. Con i biancorossi ospiti pronti alla rimonta e con l’uomo in più il gol dell’ex Dak ha definitivamente chiuso i giochi in favore dei bianconeri. Tre punti pesanti, pesantissimi.

Prima categoria. Non molto importante il sigillo di Vigani del Castiglione arrivato al 45’ della ripresa a Pieve San Giacomo. La capolista era già avanti di 4 reti, l’ultima perla in Zona Cesarini va bene solo per i puristi della statistica. Sorte simile per il gol di Bacchiega della Poggese, giunto quando il cronometro segnava 48 primi di gioco. I biancazzurri infatti erano sotto di 2 reti in casa con il Porto e Bacchiega si è limitato a rendere meno amara la sconfitta casalinga. Ben diverso il peso specifico del gol a tempo quasi scaduto di Florez del Suzzara. Bianconeri sotto di un gol a Pomponesco, il fantasista però ha trovato il modo di strappare un punto prezioso che (probabilmente) salva la panchina di Zanichelli: «Per noi il mister è confermato senza ombra di dubbio» afferma il ds Lo Vasto. Sarà, ma le voci di un possibile avvicendamento (con Bruschi in pole) circolano da un po’. Proprio per questo il gol di Florez assume un valore ancora più importante.

Una giocata del Castiglione nel match...
Una giocata del Castiglione nel match vinto a Pieve San Giacomo


Seconda categoria. Un solo gol nel finale, ma molto importante. Il Borgo Virgilio ha espugnato Acquanegra con un rotondo 0-3, ma quello che il risultato non dice è che gli uomini di Manzini hanno sofferto nel finale. Ci ha pensato Halili a 2 minuti da recupero a chiudere i giochi.

Terza categoria. Anche qui raffica di gol a tempo scaduto. Quello di Messedagli (Robur Marmirolo) è servito a completare la goleada contro l’Ostiglia; quello di Gavioli (Boca) ha risolto la contesa con la Mantovana; quello di Gottardi (Emporio Busatta Rodigo) è servito per un prezioso pari in quel di Sustinente.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista