Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Mps ed ÈPiù ridono Ma ora è tempo di dare conferme

Volley serie B. Il Top Team verso l’esame di Campegine Il Viadana, dopo il primo acuto, si prepara per la capolista

MANTOVA. Montepaschi Mantova ed ÈPiù Viadana fanno il pieno di punti riportandosi in linea con gli obiettivi stagionali.

Curioso è il cambiamento determinato dall'ultimo turno del torneo di B maschile: battendo 3-1 a Cerese il Volley Arno il Top Team si è tuffato nel mischione che ingloba il vertice della classifica dove, in attesa di sviluppi, stazionano 7 squadre in 3 soli punti. Allo stesso modo i rivieraschi hanno offerto il primo segno di vita alle rivali, dominando in Toscana la Turris Pisa (3-0) e schiodandosi non solo dal fondo ma addirittura dalla zona playout. D'accordo, tutto è ancora in evoluzione, i turni di riposo rendono impari i conteggi e le due squadre sconfitte dalle mantovane sono le uniche del lotto a secco di successo, il che qualcosa vorrà anche dire. Ma in ogni caso è meglio archiviare trionfi che battute d'arresto, anche per il morale con cui tirare avanti. Anche perché tra poco più di 48 ore arrivano confronti più probanti di quelli dell'ultimo turno: l'Mps va in trasferta a Campegine contro il sestetto più accreditato del girone e l'ÈPiù riceve a Sorbolo il capolista San Martino in Rio. «Si respira un'aria nuova in palestra, decisamente positiva - puntualizza il presidente virgiliano Paolo Fattori - e se facessimo punti nelle due trasferte che ci attendono (l'altra è proprio San Martino, ndr) si potrebbero aprire scenari di classifica piuttosto interessanti. Sabato abbiamo recuperato bene a un set perduto perché ci siamo inceppati. Vantiamo due posti quattro che danno qualità e sicurezza al sestetto, come anche il libero. Ora attendiamo con curiosità il confronto con Campegine, squadra che ha investito molto pescando dalla vicina Reggio Emilia. La pressione è tutta dalla loro parte e lo sport è strano, vediamo quel che accade».

«Dopo i tre punti colti a Pisa dobbiamo contare sull'effetto entusiasmo e provare a scalfire San Martino che forse non si aspettava di ritrovarsi in vetta al torneo - commenta il coach viadanese Paolo Forti -. Ci servono punti perché le gare che seguono sono ancora più complicate. In Toscana ci hanno forse preso sottogamba e noi li abbiamo sorpresi. Non siamo improvvisamente guariti, perché i precedenti ko erano arrivati con squadre oggettivamente più forti di noi. Ma abbiamo capito di poter dire la nostra anche in B. Contando sui pieni recuperi di Chiesa e Lucotti».

Gian Paolo Grossi