Quotidiani locali

mantova1 

crema4

RONCOFERRARO. Cade ancora e cade male la Juniores del Mantova. Dopo la sconfitta con la Pro Patria arriva il secondo ko consecutivo, questa volta nelle vesti di un poker calato dal Crema. Pronti,...

RONCOFERRARO. Cade ancora e cade male la Juniores del Mantova. Dopo la sconfitta con la Pro Patria arriva il secondo ko consecutivo, questa volta nelle vesti di un poker calato dal Crema. Pronti, partenza e buonanotte dopo due giri d’orologio, forse anche qualcosa meno. Il Crema passa in doppio vantaggio in meno di 120 secondi, prima con Colombini e poi con Zaini. La squadra di Bozzini cerca di accorciare, abbozza un tentativo di rimonta ma la rete di Moroni alla mezz'ora archivia un primo tempo anticamera di una ripresa da incubo. Non tanto per il risultato, che si trasforma in un 4-1 grazie al rigore di Bozzolini prima e al gol che spegne del tutto la gara poi ad opera di Austoni, ma per un gesto che va oltre la logica del gioco. Gabrieli sferra un pugno a Ragusa, col risultato di spedire l'avversario in ospedale (sospetta fratura della mandibola) all'istante. «Fra i due ragazzi c’è stato attrito per tutto il match - dichiara il ds del Mantova Rino D’Agnelli -, ma il gesto di Gabrieli è ingiustificabile. La società prenderà provvedimenti». Insomma, un pomeriggio di calcio che si tinge di rosso in tutti i sensi, dal cartellino portato a casa dall’attaccante al sangue versato dal ragazzo a cui vanno i migliori auguri di pronta guarigione. Un Mantova che da oggi si trova nuovamente a fare i conti con se stesso, come già capitato molte volte fin qui. Si riparte da qui, dall’oggi, per far sì che il domani sia migliore possibilmente trovando una soluzione a questi black out che a lungo andare si faranno inevitabilmente più pesanti. Appuntamento quindi a sabato 25: il Mantova affronterà l'Arconatese in trasferta.

Nicola Bondavalli

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista