Quotidiani locali

rugby

Viadana, torna il sorriso. Reggio domato con 3 mete

Rugby Eccellenza: la squadra giallonera riaggancia la zona playoff

VIADANA. Con una prestazione più cuore che tecnica il Viadana ritrova la vittoria contro Reggio dopo tre sconfitte consecutive. E ritrova pure il quarto gradino della classifica che significa rientro in zona playoff pur se Fiamme Oro, San Donà e I Medicei sono in agguato staccati rispettivamente di uno, due e tre punti. In piena emergenza infortuni, dalla squadra di Frati ci si attendeva una prova di carattere prontamente arrivata. Per il bel gioco ci sarà tempo. Quello che importava era tornare a vincere per restare in scia alle prime, evitando di farsi risucchiare dalle succitate inseguitrici. Un ritorno al sorriso che permetterà di ricaricare le pile e, approfittando della pausa di una settimana, di recuperare qualche infortunato per presentarsi pronti alla sfida di Padova del 2 dicembre.

Subito Reggio tonico e disponibile al gioco aperto. Il nuovo arrivo Suniula sfugge centralmente, viene placcato all’ultimo ma poi ne esce il piazzato centrale che l’ex Gennari non spreca all’8’. Viadana non riesce a impostare un’azione perché gli ospiti pressano bene e, sfuttando anche il piede, tengono i gialloneri nella propria metà campo. Al primo affondo tuttavia i padroni di casa centrano il bersaglio grosso: lunga serie di pick and go finché Silva riesce a sfondare al 17’ per il 5-3. Poco dopo i gialloneri falliscono il bis al termine di una bella azione al largo. Il punteggio si muove comunque per un piazzato centrale di Rojas al 27’ per l’8-3. Segue una fase di gioco stagnante a metà campo, con le difese molto più toniche degli attacchi. È sempre il centro americano l’ariete sul quale puntano i rossoneri ma la diga giallonera tiene. Prima del fischio di fine primo tempo una scorribanda innescata sulla fascia sinistra frutta un altro piazzato ai locali per l’11-3 di metà gara.

Reggiani aggressivi all’inizio della ripresa ma sono i padroni di casa a sfiorare per primi la meta prima che Rojas allunghi di altri tre punti centralmente per il 14-3 al 45’. La partita si spacca in due quasi a sorpresa al 49’: un ‘up and under’ sulla trequarti trova Amadasi pronto a impossessarsi della palla per la fuga fin sotto i pali: 21-3. Passano pochi minuti e i reggiani accorciano le distanze con la meta di spinta di mischia con Dell’Acqua. La squadra emiliana tuttavia un minuto dopo rimane in 14 per il cartellino giallo sventolato sotto il naso a Suniula per placcaggio in ritardo su Antonio Denti: 24-10 al 57’ per il piazzato conseguente. L’orgoglio spinge tuttavia la formazione ospite in avanti con decisione a tal punto che, pur in inferiorità numerica, i rossoneri sfondano ancora con la mischia, per mano di Visagie, per il 24-17 al 65’. Serve una scossa. E la scossa arriva subito con la meta di Rojas che sfugge centralmente: 31-14 al 67’.

Viadana tiene in mano la palla e si getta in avanti alla ricerca della quarta meta che varrebbe il bonus. Tuttavia non c’è la lucidità necessaria ma va bene così: dopo tre sconfitte, la vittoria era una necessità, ossigeno per la classifica ma anche per il morale.

Adesso una settimana di pausa per recuperare qualcuno dei tanti infortunati e difendere il quarto posto a Padova.



TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista