Quotidiani locali

tennis tavolo a1

Calzitaly ora trema, Panino Lab trionfa

I castellani cedono al Carrara scudettato. Va alle ragazze della Bagnolese la sfida salvezza col Cagliari

MANTOVA. Terza sconfitta in quattro match per il Calzitaly Castel Goffredo nel maschile, prima vittoria al femminile per la Panino Lab Bagnolese. Stati d’animo opposti per le due mantovane impegnate nei campionati di A1 di tennis tavolo.

Il Calzitaly ha capitolato contro la temibile Apuania Carrara per 4-1 nella riedizione della finale scudetto persa la passata stagione. Il match è iniziato subito in salita con l’ex Mihai Bobocica a regolare 3-1 Daniele Pinto (11-2, 9-11, 11-9, 11-5) e Sadi Ismailov a timbrare lo 0-2 battendo con lo stesso punteggio un Chen ancora lontano dalle aspettative (11-7, 11-9, 6-11, 11-7). A provare a scuotere i suoi ci prova Marco Rech Daldosso, capace di piegare al tie-break Lorencio Lupulesku (11-6, 10-12, 11-8, 7-11, 11-5). Dopo la nuova affermazione con un secco 3-0 di Ismailov su Pinto però (11-7, 14-12, 11-7) al capitano non riusciva di tenere nuovamente aperto il match. Contro Bobocica infatti Rech cede all’ultimo game (7-11, 12-10, 11-13, 11-9, 11-8). La classifica ora inizia a preoccupare: tempo per recuperare ce n’è ma il 16 dicembre contro Norbello non si può fallire.

Ben diversi gli umori per la Panino Lab Bagnolese nel femminile. Quello col Quattro Mori Cagliari era un match di quelli che valeva doppio sulla strada della salvezza per la matricola di coach Alberto Pascolini. All’esordio casalingo la preziosa vittoria è arrivata, con sugli scudi la capitana Cristina Semenza autrice di una doppietta. A bagnare l’avvio di gara è stata Mihaela Encea, impostasi 3-0 su Madalina Pauliuc (11-2, 11-8, 11-3). Poi saliva in cattedra l’elemento più temibile delle sarde, Wei Jian. Con le sue due vittorie su Claudia Carassia (11-7, 11-8, 11-3) ed Encea (9-11, 11-7, 11-7, 11-6) ha tenuto in partita il Quattro Mori. Nel mezzo però c’è stata la prima vittoria di Semenza su Maura Conciauro (15-13, 11-6, 11-7), poi la stessa capitana piegava al tie-break Pauliuc (11-13, 11-9, 12-10, 9-11, 11-3) spianando la strada alla vittoria finale di Carassia su Conciauro (10-12, 11-7, 7-11, 11-8, 15-13).

Davide Casarotto

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista