Quotidiani locali

BASKET A2

Cassinerio suona la riscossa: Stings, a Jesi all’arrembaggio

L’assistant dopo il quarto stop di fila: «Contro Trieste una buona prova ma dobbiamo ritrovare l’entusiasmo»  

MANTOVA. E’ una Dinamica Generale Mantova in difficoltà quella che scenderà in campo domenica a Jesi.
Con la capolista Trieste è arrivata la quarta sconfitta di fila pur al termine di una gara più solida rispetto alle precedenti: «Abbiamo fatto del nostro meglio per contenere la loro qualità - spiega l’assistant coach Matteo Cassinerio a Radio 5.9 -. Sono convinto che se avessimo giocato così alcune partite precedenti avremmo qualche punto in più. Credo che nel secondo tempo l’Alma sia stata più lucida e ci abbia messo sotto grazie alla sua maggior qualità, in particolare con Da Ros. In difesa le abbiamo provate tutte, Jones ha anche cercato di innervosirlo nel corso del match ma l’ala di Trieste era davvero troppo in fiducia».

Cassinerio invita a ragionare sui momenti difficili di Moraschini e Brownridge: «Ricky sta ancora recuperando la miglior forma fisica dopo l’infortunio al crociato che l’ha tenuto fermo 5 mesi. Questo fa sì che nei momenti finali delle partite, quand’è più stanco, si ritrovi ‘costretto’ a prendersi il tiro più semplice possibile. Jared è un debuttante nel nostro campionato e non è abituato a prendersi responsabilità importanti a questo livello. E’ però un ragazzo che ha sempre messo in mostra applicazione e voglia di imparare. Deve solo migliorare nel dosare le energie in difesa e attacco».

Le quattro gare perse stanno preoccupando la dirigenza: «Essendo una squadra giovane è normale che in momenti di questo tipo si perda entusiasmo, sebbene durante gli allenamenti si raggiungano livelli d’intensità forse migliori degli anni passati. Lunedì c’è stato un incontro tra staff tecnico e quei giocatori che stanno avendo un momento difficile per cercare di dare loro fiducia. Fino a gennaio possiamo fare solo un movimento in entrata e qualche valutazione è stata fatta, anche se credo che il gruppo sia già sufficientemente affiatato».

Jesi ha centrato con Udine la sesta vittoria e il quarto posto in classifica: «E’ una squadra scomoda da affrontare e costruita molto bene con americani in grado di creare gioco per sé e per i compagni, un giusto mix di italiani esperti e giovani. Servirà una partita arrembante, dovremo mostrare voglia di recuperare quell’entusiasmo perso dal secondo tempo di Piacenza. Dobbiamo riprendere a passarci la palla nei momenti difficili e a tradurre in una vittoria il buon lavoro che svolgiamo durante gli allenamenti».


 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista