Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mantova calcio
Cioffi: «Forza Mantova, ricominciamo»

Mantova Calcio

Calcio serie D

Cioffi: «Forza Mantova, ricominciamo»

«Il 4-2 di domenica è bugiardo, noi valiamo i primi posti. Ma ora siamo in emergenza: i tifosi saranno l’uomo che ci manca»

MANTOVA. Lontano da Mantova per impegni familiari (tornerà stamani), Renato Cioffi non ha ancora digerito il 4-2 di Campodarsego e già pensa a quella di domenica contro l’Adriese come la partita del riscatto. «La sconfitta fa rabbia perché il risultato proprio non ci sta - dice il mister biancorosso -. Avevamo la partita in pugno, eravamo passati in vantaggio e avevamo creato anche l’occasione per raddoppiare, poi...». Poi in dieci minuti, tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo, è venuto giù il mondo: «Abbiamo avuto dieci minuti di black out e gli episodi ci hanno punito. Sono certo che, se la rigiocassimo dieci volte, questo non accadrebbe: abbiamo subìto gol impossibili».

Nonostante questo, Cioffi trova motivi per sorridere nella forza di reazione della squadra: «Sul 3-1 non ci siamo dati per vinti e abbiamo attaccato, segnando il 3-2 e sciupando con Felici una clamorosa palla per il 3-3. La gara l’abbiamo tenuta viva fino alla fine e questo ci dà forza. La verità è che due gol di differenza fra noi e il Campodarsego non ci sono: oltre al rammarico, dunque, mi resta la convinzione che quando saremo al completo e magari con qualche freccia in più all’arco che arriverà dal mercato, ce la giocheremo per i primi posti». Prima di recuperare infortunati e squalificati o di poter contare su eventuali rinforzi, c’è però da affrontare un altro scontro diretto: «Non sarà semplice - avverte Cioffi -, perché l’Adriese finora ha subìto appena 8 gol in tredici partite ed è una delle 3-4 squadre meno battute dell’intera serie D. È un gruppo compatto, solido, che difende bene e che davanti ha due ottimi giocatori come Pregnolato e Marangon. Soprattutto quest’ultimo è davvero di un’altra categoria, dovremo fare molta attenzione». Oltre alla qualità dell’avversario, il Mantova dovrà fare i conti con i propri guai: «Siamo contati, è inutile girarci attorno - dice Cioffi -. Soprattutto in difesa, non avremo Cascone e lo squalificato Ferraro, mentre Moi non è al top per il solito fastidio al ginocchio. Probabilmente a Campodarsego abbiamo pagato un po’ anche questo aspetto, ma io sono certo che chi andrà in campo domenica darà tutto per ottenere il risultato. Ecco, se posso chiedere qualcosa ai nostri splendidi tifosi, dico che domenica ci servirà ancor di più il loro sostegno. Dovranno essere l’uomo che ci manca in rosa, trascinarci davvero verso la meta».

«La cosa fondamentale - conclude Cioffi - è che il ko di Campodarsego non lasci strascichi. Un incidente di percorso, dopo una rimonta come la nostra, ci può anche stare. C’è bisogno senz’altro della rabbia di ci si sente un leone ferito, ma bisogna anche riuscire a restare calmi e riprendere a fare le cose che sappiamo fare. Io ho fiducia, spero che domenica il Mantova riesca a fare una grande prova e a tornare alla vittoria».
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista