Quotidiani locali

Castellana, la favola di Baltag: dal Daspo all’eurogol dell’anno

Eccellenza. Il 18enne bomber rumeno tifa Cremonese: «Penso tanto a quel giorno, ho pagato e sono più forte»

CASTEL GOFFREDO. Non è bastato per regalare tre punti alla Castellana, ma quello firmato da Gabriel Baltag, classe 1999, contro il Vobarno si candida a essere il gol dell’anno: un missile terra-aria dai venti metri che ha centrato il “sette” della porta avversaria.

«È il primo quest’anno – sorride il 18enne attaccante nato a Piatra Neamt in Romania - e mi auguro possa essere l’inizio di una lunga serie. Di solito quando mi arriva il pallone sul piede giusto ci provo da tutte le posizioni e domenica scorsa non ci ho pensato su due volte e ho tirato».

Giunto agli Allievi della Castellana tre stagioni fa grazie a una felice intuizione di Roberto Anelli, Gabriel ha bruciato le tappe: «Già al primo anno di Juniores – ricorda - dopo aver segnato alcuni gol in 4-5 partite, mister Ghirardi mi ha aggregato alla prima squadra e a novembre 2016 ho ricevuto la prima convocazione per la gara contro il Rezzato, che è coincisa anche con il mio esordio. Poi gradualmente ho lasciato la Juniores e a fine campionato è arrivata anche la rete contro il Sarnico».

Poco dopo il debutto in biancazzurro, però, Baltag ha dovuto fare i conti con tre mesi di assenza dai campi di calcio in seguito a una bravata da ultrà punita con il Daspo: «Sono rimasto fermo – racconta il giovane bomber della Castellana - da dicembre a febbraio perché seguendo la mia Cremonese in trasferta a Bergamo, sono rimasto coinvolto in un furto all’autogrill di Ghedi: un amico mi ha infilato di nascosto una lattina nello zaino e le telecamere hanno ripreso tutto. Ho pagato a caro prezzo quella leggerezza e ho riflettuto molto in quel periodo lontano dai campi di gioco. Mi pesava soprattutto la rabbia che provavo con me stesso e non nego di aver anche pensato a smettere di giocare. Ma la lezione mi è servita e sono tornato con più voglia ed entusiasmo che mai». Ingredienti che ha messo totalmente a disposizione della squadra in questa stagione così complicata: «Con i miei compagni – sottolinea Baltag - ci siamo ripromessi il massimo impegno per cercare di raggiungere la salvezza, anche se siamo consapevoli delle difficoltà che stiamo incontrando. Nonostante i tanti risultati negativi, la Castellana sta migliorando di partita in partita e noi continueremo a crederci fino in fondo».

Stefano Aloe



TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista