Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mantova calcio
Il diktat di Cioffi: Mantova, batti l'Adriese 

Mantova Calcio

Calcio serie D

Il diktat di Cioffi: "Mantova, batti l'Adriese" 

Il tecnico ritorna al 4-3-3, resta da decidere l'eventuale inserimento del difensore Moi. Raccolta benefica degli Ultras e dell'Abeo a favore della Pediatria del Poma

MANTOVA. Rassegnato a poter contare sugli effettivi che il regolamento gli consente, per l’ultima volta prima che il mercato si apra (si spera) con un po’ di buone notizie, Renato Cioffi ha fatto lavorare particolarmente sulle ripartenze il suo Mantova nella seduta di rifinitura. Tattica e una robusta dose di psicologia («dobbiamo sempre essere al top della concentrazione», ha ribadito il mister «distrarsi è delittuoso») hanno completato la rifinitura del sabato mattina, che per una volta non ha fatto segnalare infortunati. «Ne abbiamo già tanti - conferma il tecnico campano - ma voglio mettere in chiaro che tutti i ragazzi chiamati a sostituire chi gioca più di frequente garantiscono adeguata copertura e impegno delle loro mansioni. Ci attende una gara particolarmente impegnativa, contro un’Adriese che dispone della miglior difesa del girone C e che ha in Marangon un giocatore di classe e sostanza».
 
In quadrato il team principale della conferenza stampa, Cioffi dà per quasi certo il ricorso al 4-3-3 anche se non svela quali e quante siano le probabilità di Moi di tornare in campo: «Il dubbio sul suo utilizzo è la sola incertezza che mi ritrovo - spiega - sta di fatto che con Moi dovrei modificare le scelte in virtù della presenza di una quota in più».
 
A rigor di logica, però, vien da pensare che Moi andrà, ben che vada, in panchina, pronto ad entrare nella ripresa: «Non possiamo rischiare - dice Cioffi - di inserire elementi che non siano al meglio della condizione fisica, l’Adriese è una squadra che può mettere in serie difficoltà e che va affrontata con il coltello fra i denti».
Quale sarà l’atteggiamento del Mantova nel match del Martelli è comunque chiarissimo: «Noi dobbiamo fare risultato - ribadisce il mister biancorosso - questa è l’ennesima squadra che se si affronta con testa, cuore e voglia di far bene può finire al tappeto. Ma guai a credere che si tratti di un avversario agevole...».
 
Cioffi non vuole pensare alle assenze, si sente al riparo da sorprese vista la condizione che gli hanno dimostrato i suoi convocati (fra loro anche l’ex Chievo Davide Arabia, classe 2000, che fa parte della Juniores): «Sono tranquillo e sereno, credo che il Mantova che andrà in campo sarà in grado di raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati. A partita in corso potremo mutare il nostro assetto, resto comunque dell’idea che tutti i ragazzi siano motivati dalla loro voglia di far bene e dalla possibilità di riscattare la sconfitta di domenica scorsa a Campodarsego. Rivolgo un appello ai nostri tifosi affinchè sappiano dare il loro apporto in termini di incoraggiamento. Quei ragazzi sanno creare un’atmosfera impressionante».
 
Gli Ultras Mantova 1975, insieme all’Abeo, organizzano una raccolta benefica a favore del reparto di Pediatria del Carlo Poma. I Ragazzi saranno presenti a tutti gli ingressi dello stadio per raccogliere i contributi. Le biglietterie di Casa Mantova e di viale delle Aquile saranno aperte anche dalle 9.30 alle 12.30.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista