Quotidiani locali

Impresa del G&B, Bar La Torre in fuga

Open League Uisp. Commessaggio al tappeto, l’Ival al comando ma il pari con la Piccola Atene è un’occasione persa

MANTOVA . L’Open League a 11 Uisp viaggia ormai a passo spedito verso la pausa natalizia: manca ancora una giornata da disputare, quella che si terrà nel weekend del 15 e del 16 dicembre. Il prossimo fine settimana sarà riservato esclusivamente a recuperi o eventuali anticipi. Dopo undici giornate il quadro resta fluido in tutti e quattro i raggruppamenti: la corsa alle prime quattro posizioni da qui al decisivo rush finale che si terrà in primavera si preannuncia serrata. Restando al turno giocato ieri nel girone C ha fatto davvero sensazione il pesante capitombolo interno del Commessaggio: il G&B firma l’impresa di giornata siglando un poker pesante all’ex capolista del raggruppamento. Ora la vetta è tra le mani dell’Ival, rallentata sullo 0-0 da una Piccola Atene che si conferma ancora una volta avversario ostico per tutti, soprattutto se affrontato sul prato di casa. La Marianese rialza la testa e fa suo il terzo posto avvicinando le formazioni che la precedono: contro la Ponterrese, ancora lontana dal trovare la continuità che serve per risalire la china, è bastato l’acuto di Salvi per conquistare l’intera posta in palio. Massimo risultato col minimo sforzo anche per il Cicognara, che espugna San Silvestro battendo 1-0 la locale Serramenti Rizzioli e tenendosi stretto la preziosa quarta posizione. Quarta posizione che sta provando a mettere nel mirino un Marcaria in costante ascesa: per sbrigare la pratica Campitello è servita la zampata di Lucatelli. Giovedì il quadro sarà completato dal recupero fissato alle 21 tra Cicognara Cogozzo e Ponterrese.

Nel girone D rilancia un nuovo tentativo di fuga il Bar La Torre. I poggesi non si sono fatti pregare e hanno approfittato del turno favorevole che vedeva di fronte Felonica e Correggioli, seconda e terza del raggruppamento. La sfida più attesa di giornata è finita 1-1 con botta e risposta tra Fakiti e Rampani. Proprio quello che speravano i campioni provinciali, che hanno regolato con gli acuti di Montagnini e Bombarda l’ospite di giornata, il Gomme Libiola. Alle spalle delle prime tre si infiamma la lotta per il quarto posto. A riaprirla definitivamente è stato l’inatteso ko del Nuvolato Santa Lucia, piegato tra le mura amiche dal Formigosa. Formigosa che, oltre ad aver conquistato tre punti contro un avversario quotato, ha agganciato a quota 8 il Gomme Libiola con cui condivide l’ultima posizione. Ad approfittarne per portarsi ad una sola lunghezza dal Nuvolato è stata la Geo Domus: il 2-1 su un Tormec Pegognaga che pare aver perso lo smalto di inizio stagione porta la doppia firma di Ortolani, che ha deciso il match trasformando con freddezza un rigore nei minuti finali dopo che gli ospiti, comunque pienamente in corsa per l’obiettivo playoff, avevano momentaneamente agguantato il pareggio con Vitale. Nuova battuta d’arresto invece per un Revere che sembra aver smarrito la buona vena di qualche settimana fa: fatale un Quingentole che, trascinato dal pubblico di casa, si è imposto 2-1 grazie alle reti di Ceretti e Aroldi.

Davide Casarotto

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista