Quotidiani locali

Shock San Lazzaro Il ko con il Saiano costa il primo posto

Biancazzurri in vantaggio nei minuti iniziali con Omorogieva Nella ripresa i bresciani rinascono e vanno in rete tre volte

MANTOVA. Incredibile e inaspettato lo stop del San Lazzaro contro il Saiano penultimo in classifica. Inaspettato non solo per la distanza di punti che separa le due compagini in classifica, ma anche per come i padroni di casa avevano approcciato la gara.

Sì perchè i biancazzurri erano partiti fortissimo creando una serie di palle gol davvero importanti e costringendo gli ospiti a curare esclusivamente la fase difensiva, tanto da trovare il vantaggio con Omorogieva. Poi lentamente l'aggressività dei ragazzi di Cobelli si è attenuata, lasciando spazio nel secondo tempo alla rinascita dei bresciani, che proprio come il santo avversario di giornata, escono dal sepolcro e trovano tre gol che regalano loro un'incredibile vittoria. Il Montichiari ora scappa a 27 punti grazie alla passeggiata di Castel d'Ario, lasciando indietro di due punti proprio il San Lazzaro, che con amarezza deve al più presto archiviare quest'impronosticabile sconfitta e riprendersi alla svelta, già dalla prossima in casa del Rovato.

La cronaca. Sotto i raggi di un tiepido sole, San Lazzaro e Saiano iniziano la loro gara con obiettivi diametralmente opposti: i primi per consolidare il primo posto in classifica, i secondi per cercare qualche punto salvezza in un fondo classifica apertissimo con molte squadre nell'arco di due punti. I padroni di casa iniziano alla grande pressando altissimo e creando grandi occasioni con Omorogieva, che fa quello che vuole mandando continuamente in confusione i difensori ospiti. E' proprio il numero 9 a regalare il vantaggio ai suoi: Baraldi si reinventa uomo assist, servendo il proprio compagno di squadra in profondità che in velocità salta Pedersoli e mette dentro a porta vuota.

Il primo tempo termina 1 a 0, con un vantaggio che sembra stare stretto ai ragazzi di Cobelli per quanto fatto nei primi 15', e sugli spalti c'è il timore che la gara possa complicarsi. Si apre la prima frazione e infatti cambia la musica: gli ospiti si affacciano in avanti e trovano un pareggio inaspettato: Bertoletti in area gira al volo da una mischia e trova l'angolo alla destra di Gazzi.

Il pareggio non scuote i padroni di casa che non riescono a reagire. Omorogieva ha una buona occasione al 78' ma gli avversari rispondono colpo su colpo e a 5 minuti dalla fine si portano incredibilmente avanti con il loro numero 9 Corradi, bravo a insaccare da pochi passi in un grappolo di uomini, per poi esultare come un forsennato vicino ai propri tifosi.

Il 3 a 1 di Guzman in contropiede è una sentenza che anticipa di poco il fischio finale e condanna i biancazzurri ad uno stop impensabile alla vigilia.

Gabriele Spinardi

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista