Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

La Dinamica ritorna al PalaBam

Il presidente Prandi: «Primo allenamento poi domenica esame di maturità con Roseto»

MANTOVA. Attorno alle ormai due certezze Candussi e Jones, ha forse iniziato a ergersi anche l’altro grande atteso di questa stagione: Jared Brownridge.

Le due trasferte lo hanno messo in grande risalto, quantomeno a livello realizzativo. Diciassette punti a Jesi e venti in casa di Montegranaro, culminati con la tripla che ha deciso il match. Quest’ultimo colpo potrebbe, a livello di convinzione e voglia di aggredire la partita, rappresentare il turning point della stagione di Brownridge. Qualche settimana fa, quando era emerso che la guardia statunitense era sotto osservazione, la società stava valutando uno scambio con Michael Deloach, in questo momento in forza all’Eurobasket Roma, ma aver resistito alla tentazione potrebbe iniziare a dare i suoi frutti.

Frutti che potrebbero continuare a vedersi anche domenica 10 dicembre contro Roseto, gara che segna il ritorno al PalaBam dopo tre settimane lontane dal palazzetto di casa che nel frattempo ha vissuto giornate decisamente complicate.

Adesso la gestione del PalaBam è stata affidata proprio alla Pallacanestro Mantovana in coabitazione alla Inside Agency: «Noi gestiremo la parte sportiva, Inside Agency tutta l’attività spettacolistica per tutte le attività autorizzate dal curatore - afferma il presidente Prandi - il 7 dicembre avremo la possibilità di fare il nostro primo allenamento dopo il fallimento e il 10 la prima partita sotto questa nuova gestione. Tutto ciò che riguarda l’attività del PalaBam è invariata, anche gli aspetti più materiali come il riscaldamento e gli orari, avremo solo dei referenti diversi e questo tipo di gestione andrà in fondo alla fine della stagione. Per i tifosi non cambia assolutamente niente. Dal canto nostro siamo più tranquilli per quanto concerne la gara interna con la Fortitudo Bologna (in programma il 22 aprile, ndr): ora è salva mentre prima era una data a rischio per una possibile fiera. Ma ora la data è stata congelata e siamo liberi di giocare. L’unica variazione riguarda la partita contro Ravenna, il concerto di Bob Dylan ci mette nelle condizioni di anticiparla a sabato 7 aprile. L’obiettivo del curatore è di non esporre a ulteriori rischi finanziari l’attività, per cui ci sarà minore variabilità degli eventi».

Programma e ambizioni per la prossima partita: «Domenica cancelli regolarmente aperti dalle 17, biglietteria del PalaBam aperta dalle 10 alle 12 e dalle 16. Roseto sarà una prova di maturità, sentirsi appagati dopo due vittorie sarebbe veramente riduttivo. Pretendiamo un livello alto di attenzione, non dobbiamo disperdere nel miniciclo interno (Roseto e subito dopo Imola, ndr) quanto meritatamente guadagnato in quello esterno».