Quotidiani locali

«San Lazzaro, no problem Col Montorfano il riscatto»

Promozione. Cobelli esclude contraccolpi dopo la sconfitta contro il Saiano Dopo l’arrivo di Pini dalla Governolese l’esterno Ceraico andrà al Gonzaga 

MANTOVA. Una partita nata forse sotto una cattiva stella quella che il San Lazzaro si lascia alle spalle. La seconda sconfitta stagionale, ossia il 3-1 maturato contro un Saiano non irresistibile ma a tratti letale, non preoccupa eccessivamente l'ambiente. Come giusto e normale che sia. Peccato, quello si, aver perso temporaneamente la vetta della classifica, a favore di un Montichiari che torna in prima posizione a due punti dai virgiliani, in quello che ormai sembra essere un testa a testa capace di farci divertire nelle prossime settimane.

«Abbiamo giocato un buon primo tempo, creando molto ma senza riuscire ad imporci come volevamo» spiega l'allenatore, che sostanzialmente ha sofferto il non gioco degli avversari utile a togliere punti di riferimento: «Loro si sono affidati ai palloni lunghi, puntando molto sulla corsa. Nell'ultima mezz'ora qualche errore nostro, sia davanti che dietro, ha poi deciso la gara».

Come si riparte dopo una sconfitta, contando anche sul fatto che il San Lazzaro ormai ha la buona abitudine di lasciare pochi punti per strada?

«I ragazzi - spiega il mister - sono già al lavoro per riscattare la sconfitta di domenica. Non facciamo drammi, si possono commettere errori e si può perdere» dice Cobelli, ovviamente già proiettato al prossimo impegno contro il Montorfano. Attenzione infatti alla trasferta di domenica, perché ad aspettare i virgiliani ci sarà una squadra organizzata e che al momento occupa la quarta piazza della classifica (in zona playoff a 21 punti, 4 in meno del San Lazzaro), vogliosa di accorciare le distanze. Si comincia anche a buttare un occhio sul mercato, con i primi nomi che escono e che fanno parlare.

Questione di esterni, perché la squadra di Angelo Valenza ha per ora in mente una sostituzione sul settore di destra. In uscita risulta infatti Francesco Ceraico, classe ’99, con direzione Prima categoria alla corte del Gonzaga.

Al suo posto ecco lo spazio per Andrea Pini, classe ’98, che dalla Governolese passerà quindi al servizio di Cobelli per il girone di ritorno. Non tanto una soluzione in più, ma diversa quella che l'allenatore avrà nei prossimi mesi, con Andrea che potrebbe essere utilizzato sulla fascia a supporto dei vari Omorogieva o Coppiardi.

Una sorta di ritocco, se vogliamo, al 4-3-3 che ormai Cobelli propone da tempo e sul quale il San Lazzaro sta costruendo le fortune degli ultimi mesi.

Nicola Bondavalli

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista