Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mantova calcio
Emergenza Acm: se ne  va pure Baldinini

Mantova Calcio

CALCIO

Emergenza Acm: se ne va pure Baldinini

Il centrocampista ha problemi familiari. D’Agnelli: «Estremo tentativo per trattenerlo o torneremo sul mercato»

MANTOVA. Non c’è pace in casa biancorossa. Dall’apertura del mercato, il primo dicembre, nello spogliatoio del Mantova è stato un continuo andirivieni di calciatori, per un totale di sei partenze e sette arrivi. La società aveva quindi annunciato di aver chiuso le operazioni, ma mercoledì 13 dicembre è arrivata una notizia inattesa: Filippo Baldinini, il primo calciatore che la scorsa estate aveva risposto «sì» all’offerta dell’ad Penta e che per mesi è stato vicecapitano dell’Acm, ha chiesto di andare via e da oggi al 99% non sarà più a disposizione di mister Cioffi.

Un fulmine a ciel sereno o quasi, visto che la scorsa settimana una voce sul possibile addio di Baldinini si era diffusa, ma era stata smentita alla Gazzetta dallo stesso Penta.

Di certo, al di là di ogni altra considerazione, il gruppo originario del Mantova è ormai smembrato e degli “eroi” che si ritrovarono a luglio nel pre-ritiro di Cagli con i palloni sgonfi e senza la certezza di un futuro, gli unici “sopravvissuti” sono Renato Ricci e Tommaso Saccavino. Lo spirito che aveva portato la squadra, dopo le terribili prime tre giornate di campionato, a totalizzare ben 25 punti nelle successive 11 partite, andrà ricostruito alla svelta, magari approfittando della sosta e del mini-ritiro fissato dalla società dal 27 al 30 dicembre a Gatteo a Mare.

«Il ragazzo ha problemi familiari - spiega il ds Rino D’Agnelli su Filippo Baldinini -, ha bisogno di stare vicino alla moglie e dunque ci ha chiesto di andare via. Abbiamo provato a convincerlo e faremo un ultimo tentativo  quando verrà in sede. Ma oggettivamente ci sono poche speranze che ci ripensi».

Di conseguenza il Mantova, che per la sfida di domenica 17 dicembre a Chioggia sarà in piena emergenza fra infortuni e squalifiche (vedi altro articolo in pagina), dovrà tornare sul mercato. «Sì - conferma D’Agnelli -, se Baldinini confermerà la sua scelta è ovvio che dovremo trovare un sostituto all’altezza. Non credo che lo faremo in queste ultime 48 ore di mercato, perché la fretta è cattiva consigliera: preferirei aspettare che venga definita la lista dei calciatori svincolati in serie D e quindi operare con maggiore calma per non rischiare di sbagliare».

Altro tema caldo in casa biancorossa è il tesseramento di Guazzo. Al riguardo, D’Agnelli spiega: «Abbiamo fatto tutti i passi che potevamo fare con il Como e il calciatore e proprio oggi (13 dicembre, ndr) abbiamo inviato la richiesta di tesseramento. Adesso aspettiamo una risposta della Lega per capire se domenica Guazzo potrà essere schierato contro la Clodiense oppure no».

Il Mantova inoltre è sempre alla ricerca di un paio di under con i quali completare la rosa. Al riguardo va detto che il 18enne difensore croato Davide Jozic (ex Varesina in D) e il 18enne centrocampista Nicola Gallo (ex Hermes Casagiove in Promozione) continuano ad allenarsi agli ordini di mister Cioffi e anche oggi dovrebbero giocare la partita amichevole in programma con la Juniores. Forse già in giornata verrà presa una decisione sul loro destino: al momento non sembra che l’orientamento sia quello di tesserarli.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon